and the radio plays (bussana06)

Io vivo fuori Milano. In un paesotto che si fregia, almeno ufficialmente da qualche anno, del titolo di città. Ma che resta sempre un cacchio di paesotto della provincia di Monza et Brianza.
Per raggiungere il luogo in cui lavoro prendo quotidianamente un treno delle Ferrovie Nord e, da gennaio, la metropolitana.
Ogni tanto ho l'occasione di vedere cose “degne di nota”. Oggi per esempio, al ritorno, in metro, due posti più in la del mio, c'era questa ragazza, visibilmente contrariata, che stava litigando col suo moroso, I suppose. A un certo punto dalla foga le sono cadute tutte le monete dalla tasca. Mentre le raccoglieva stava piangendo, agitatissima.
Raccolte le monete si è seduta bruscamente di fronte al ragazzo e di fianco a una signora che l'aveva invitata a calmarsi e che ha cominciato a parlarle.
Dopo poco, il ragazzo s'è messo di fonte a loro, accucciato. La signora continuava a parlare, a chiedere, a capire (credo, mica si sentiva, purtroppo). Io nel frattempo mi sono messo a leggere il mio libro.
Ma è evidente che con la coda dell'occhio non potevo tenere d'occhio la situazione.
Quindi, mi è sembrato di capire che questa abbronzatissima signora fosse un po' più dalla parte della ragazza piangente. Il tizio tentava di spiegare qualcosa, faceva gesti.
Ma era chiaro che non poteva vincere, erano due donne contro un uomo. Io, dal canto mio, quantomeno per solidarietà maschile, parteggiavo per lui. Evidente situazione d'inferiorità.
Di fianco ai tre, un altro tizio se ne stava seduto, un po' sulle spine che faceva finta di nulla.
Nel mio immenso sadismo ho pensato che sarebbe stato molto più divertente fomentare la litigata. Anche perché, ripeto, due contro uno era uno scontro impari.
Poi, dopo una seconda scena di pianto, verso Cadorna c'è stato pure il momento abbraccio & protezione a suggellare l'inizio della riconciliazione auspicata dall'esterna passeggera.
Che dire. È stato uno show divertente. Non ci siamo fatti mancare nulla: scazzi, lacrime, abbracci, scene d'affetto e il buon samaritano che calmava gli animi, invitava alla ragione e alle scuse.
Sono cinico, lo so. Non ci posso fare niente. Sono cattivo e una brutta persona.
Infatti la cosa che mi sto chiedendo in questo momento è se quei due stasera si faranno una scopata per buttarsi alle spalle questa brutta litigata o se si saranno mandati vicendevolmente e definitivamente affanculo.
Opto romanticamente per la scopata riconciliatoria. Auguri e figli maschi.

We’re fizzing with excitement to introduce our latest Kickstarter project: the Lomo’Instant Square. We’re talking about the world’s first analogue camera to produce square-format Instax pictures. It features a 95mm glass lens for super sharp photos, an advanced automatic mode that takes care of exposure, all of Lomography’s signature creative features — and a compact, foldable design. The Lomo’Instant Square has launched on Kickstarter. Come join the fun and back us on Kickstarter now to save up to 35% on the planned retail price, and scoop all sorts of extra treats. Be sure to snatch up the deals before they run out. Be there and be square!