Il creatore di 500 persone in 100 secondi si confida a Lomography

Siamo stati letteralmenti incantati dal suo video e probabilmente lo sarai stato anche tu! Abbiamo contattato Eran Amir, il creatore di 500 persone in 100 secondi per fargli quialche domanda alla quale anche tu magari avresti voluto conoscer risposta. Abbiamo anche condiviso tutti i vostri commenti. Leggi che cosa ha da dire Eran.

Prima foto scattata per il video

Nell’intento di svelarvi il creatore del video 500 Persone in 100 Secondi gli abbiamo inviato il link dei vostri commenti e fatto qualche domanda.

Come ti chiami e da dove vieni?
Il mio nome è Eran Amir e vivo in Gerusalemme, Israele.

Qual’ è il tuo lavoro ed è lo stesso che che ti permette di divertirti ?
Sono in un piccolo break tra il lavoro, i viaggi e lo studio.

In breve puoi parlarci del progetto?
Il progetto è stato realizzato in due parti, la parte video e la parte di animazione. Ho avuto l’ispirazione durante l’ascolto di ‘Malinkovec’ il CD, dal gruppo dei Balcani ‘Maxmaber Orkestar’. Ho incontrato Max Jurcev (un membro del gruppo e il compositore della canzone che ho usato nel mio video) durante un viaggio in Europa lo scorso febbraio. Non riuscivo a smettere di ascoltare un brano specifico dall’album, e fin dal primo momento ho capito che volevo fare un video su quella canzone. La canzone racchiude una sensazione un po ‘teatrale o circense ad esso, ed è lì che ho avuto l’idea per il video interno.

Da dove è partita l’ispirazione per il video?
Essendo un fan hardcore di Youtube più o meno da quando il sito è stato creato, la stop-motion trend di Internet non me la sono persa. Le influenze principali sono stati i 2 video realizzati da BLU e PES. C’è qualcosa di intrinsecamente impressionante negli effetti ottenibili con questa tecnica, senza la necessità di utilizzare apparecchiature costose (solo un tanto lavoro, sudore e lacrime).

Come sei riuscito ad ottenere una stop motion nella stop motion?
L’idea che il mio video è una ‘stop motion all’interno di una stop motion’ è in realtà un po incorretto! Ho girato la parte ‘interna’ del video, poi ho estratto tutti i fotogrammi e poi li ho stampati (1.600 + foto). La scatola delle immagini pesava 15 chili. Dopo di che è arrivata la parte più difficile …. Avvicinarsii al primo ragazzo a caso per strada è stato più difficile di quanto immaginassi. Per i primi due giorni ho vagato per la città senza speranza e non ho avuto il coraggio di parlare con nessuno. Ho deciso che il giorno dopo nonsarei dovuto andare a casa fino a che non avessi registrato 10 persone di fila. Dopo aver superato la prima barriera psicologica, ero riuscito ad avere una media di 50 persone al giorno, portando a termine il progetto in 10 giorni. Devo dire che dopo aver appreso il modo migliore per affrontare le persone (è stato come un corso accelerato di psicologia sociale) quasi il 95% ha accettato di farsi fotografare. (Importante consiglio: NON chiedere alla gente ‘Hai un minuto?’ Prima di iniziare a spiegare che cosa è che vuoi …). Dopo 5 giorni di riprese ho avuto la tonsillite, ho camminato troppo al sole e parlato tutto il giorno. L’editing non è stato duro come la gente pensa: Fondamentalmente ho gettato tutte le immagini in ordine consecutivo e aggiunto la musica e un paio di effetti sonori. La chiave era nella pianificazione meticolosa iniziale, assicurandosi che tutto si potesse adattare perfettamente al ritmo. Non ho usato uno schermo verde, in ogni fase del progetto. Tutte le immagini sono esattamente come le ho preso, senza trucchi!

Abbiamo mostrato a Eran i vostri commenti al suo video ed ecco cosa ha avuto da dire: “Si ho visto il blog e tutti i commenti, è fantastico!”

2011-09-02 #lifestyle #il-creatore-di-500-persone-in-100-secondi-si-confida-a-lomography
translated by alessiab

Kickstarter

Bringing an iconic aesthetic to square format instant photography, the Diana Instant Square fills frames with strong, saturated colors and rich, moody vignetting. Built to let your inspiration run wild, our latest innovation features a Multiple Exposure Mode, a Bulb Mode for long exposures, a hot shoe adapter and so much more! It’s even compatible with all of the lenses created for the Diana F+ so that you can shake up your perspective anytime, anywhere. No two shots will ever be the same. Back us on Kickstarter now!

More Interesting Articles