L'Occhio Ungherese

Una mostra con oltre 200 fotografie per celebrare la varietà della fotografia ungherese è in scena in questo periodo alla Royal Academy of Arts di Londra.

Martin Munkácsi, Quattro Ragazzi al Lago Tanganyika via The Guardian

La Royal Academy of Arts ha organizzato una mostra dedicata alla nascita della fotografia moderna. Con le opere di Brassaï, Robert Capa, André Kertész, László Moholy-Nagy e Martin Munkácsi e altri fotografi di talento come Rudolf Balogh e Károly Escher, questa mostra di oltre 200 fotografie dal 1914 al 1989 fa capire come quanto questi fotografi rappresentassero l’avanguardia degli sviluppi stilistici della fotografia, rivelando al contempo i loro successi nel contesto della ricca tradizione fotografica ungherese.

Kata Kálmán , Ernő Weisz, Operaio di Fabbrica via The Guardian

Brassaï, Capa, Kertész, Moholy-Nagy e Munkácsi sono tutti famosi per la profonda influenza e le importanti innovazioni che hanno portato nel fotogiornalismo, nella fotografia documentaristica, artistica e di moda. Ecco un breve sguardo nell’opera di ognuno di loro:

Il talento spontaneo di André Kertész per la fotografia sbocciò quando si trasferì a Parigi nel 1925. Orgoglioso autodidatta, Kertész era solito catturare i momenti effimeri della vita urbana di tutti i giorni.

André Kertész, Danzatrice Satirica via The Guardian

Pioniere dei photogram (fotografie ottenute senza macchina fotografica mettendo direttamente un oggetto su un materiale fotosensibile -NdT) e dei fotomontaggi, László Moholy-Nagy divenne insegnante alla Bauhaus nel 1922. Il suo approccio radicale era caratterizzato da prospettive inaspettate e contrasti tonali.

László Moholy-Nagy, Photogram via The Guardian

Martin Munkácsi rivoluzionò la fotografia della moda liberandola dallo studio e scattando fotografie di modelle e celebrità all’aperto. Iniziò a farlo dopo aver ottenuto un lavoro presso Harper’s Bazaar quando si trasferì da Budapest negli USA nel 1934.

Introdotto alla fotografia da André Kertész, Brassaï è noto soprattutto per le sue stupende fotografie di panorami, strade e persone che portano vivacemente alla vita i personaggi e le atmosfere notturne della città di notte. Brassaï definì l’immagine della moderna Parigi completamente da solo.

Brassaï, Sponda della Senna via The Guardian

Robert Capa, spesso definito come uno dei più grandi fotografi di guerra, documentò la Guerra Civile Spagnola, lo sbarco del D-Day, e altri eventi della Seconda Guerra Mondiale.Nel 1947 fu il co-fondatore di Magnum Photos con Henri Cartier-Bresson e George Rodger.

Questa mostra celebra la varietà della fotografia Ungherese esponendo più di 200 fotografie di più di quaranta fotografi. Lo scopo è quello di mostrare come importanti cambiamenti nella fotografia moderna siano stati interpretati attraverso la particolare sensibilità ungherese.

Ernö Vadas, Processione via The Guardian

Aperta fino al 2 Ottobre 2011, la mostra Eyewitness: Hungarian Photography in the 20th Century al Sackler Wing of Galleries presso la Royal Accademy of Arts di Londra è accompagnata da un catalogo di 248 pagine che include saggi di Colin Ford e Péter Baki, oltre a un pezzo scritto dal poeta ungherese George Szirtes.

written by webo29 on 2011-07-08 #news #summer #october #london #lomography #exhibition #news #hungarian #robert-capa #brassai
translated by sidsel

Thanks, Danke, Gracias

Thanks

We couldn’t have done it without you — thanks to the 2000+ Kickstarter backers who helped support this analogue dream machine the Diana Instant Square is now a reality. Watch out world, this Mighty Memory Maker is coming your way! Did you miss out on the Kickstarter Campaign? Fear not, pre-sale is now on and we have a Diana Instant Square waiting just for you! Pre-order now to pick up your own delightful Diana Instant Square and free Light Painter just in time to snap away those Christmas Carols.

More Interesting Articles