Diana World Tour sbarca a Milano!

3

Siete pronti! Siete caldi
Noi, sinceramente non stiamo più nella pelle.

Ci siamo quasi!
Dal 12 al 30 Aprile, approda a Milano il Diana World Tour, un evento itinerante partito nel 2008 da Hong Kong.
Che dopo aver solcato mari e cieli, e fatto tappa a Tokyo, Soul, Porto, Lisbona, Madrid, Barcellona, Berlino, Parigi, Shanghai, Pechino, Guangzhou, New York City, Los Angeles, Riga, Londra, Sydney, Melbourne e Auckland farà mostra di sè all’ombra della ‘Madunina’.

Il Diana World Tour presenta:
_ Una collezione unica di macchine fotografiche provenienti dagli anni ’60, uno dei periodi più prolifici del design per tutti, che Allan Dietrich ha raccolto con passione fino a questi anni.
_ Saranno esposte originali Diana F+ customizzate da artisti e creativi influenti della scena nazionale, che hanno fatto di una classica Diana F+ opere d’arte uniche. Hanno parteciapto al progetto 20 artisti italiani tra cui Agne Raceviciute, Lorenzo " Santy" Argenziano, Tank Boys, Diego Soprana, Studio Sovrappensiero, MATHERY e Cremonese (Edo)ardo.
_ il Diana Vignettes, una mostra di scatti dal classico gusto Lomography che immortalano la città di Milano, vista dai nostri lomografi più incalliti e selezionati attraverso un rumble lanciato sul nostro sito.
_ Una serie di workshop ed eventi dedicati che partiranno dal LGS di Via Mercato 3, e che avranno come protagonista indiscussa l’amata Diana F+. Qui potete prendere nota di tutti!

Ma, fermiamoci un attimo, e per non arrivare impreparati ripercorriamo velocemente la storia di questa favolosa macchina, MustHave degli appassionalti di fotografia analogica…

Il mito della Great Wall Plastic Factory
Come tutte le leggende, la vera storia della nascita della Diana originale è avvolta nel mistero. Si racconta che all’inizio degli anni ‘60 la Great Wall Plastic Factory, un’azienda di Kowloon Bay (Hong Kong), creò una fotocamera compatta molto economica interamente di plastica. Questo gioiello, battezzato “Diana”, era formato da un corpo di plastica ultraleggera e un obiettivo monoblocco in plastica di scarsa qualità. Solo l’otturatore e qualche componente indispensabile erano di metallo. Originariamente erano disponibili due tempi di esposizione, tre impostazioni di apertura e la messa a fuoco manuale da circa 1m a infinito. La fotocamera scattava 16 pose da 4×4cm per ogni rullino.

La fine di un sogno
La storia racconta che la produzione della Diana originale e delle sue innumerevoli imitazioni, durata molti anni, venne interrotta a metà degli anni ‘70. Mentre le fotocamere con pellicola 35mm e le Instamatic erano sempre più apprezzate, la Diana con la sua goffa pellicola in rullo cadde nel dimenticatoio. Ancora per qualche anno, la fotocamera continuò ad essere facilmente reperibile nei negozi dell’usato o come originale omaggio ma i suoi giorni erano decisamente contati. La povera Diana era stata travolta dalla marcia inesorabile del progresso.

Risorta dalle ceneri
Ma come accede ad ogni grande star stroncata nel fiore degli anni, la fama postuma della Diana è salita alle stelle. Il suo successo strepitoso l’ha resa uno strumento di culto per artisti d’avanguardia e appassionati di Lomography! Siamo rimasti tutti folgorati dalle sue immagini delicate e sognanti, dai suoi colori ipersaturi, dalle sfocature imprevedibili e dal contrasto casuale. Spesso immagini impreviste sono diventate i fiori all’occhiello di un’esposizione o di una collezione. In men che non si dica, la Diana è entrata nell’olimpo delle fotocamere analogiche di culto più ricercate e apprezzate dagli anni ‘70 in poi. Col passare del tempo e il sostegno di Lomography, la Diana si sta trasformando in Diana+ e si avvia ora verso un futuro promettente. E la storia continua…

Segnate in agenda con pennarello inedelebile e sottolineature fluo queste date speciali, abbiamo un sacco di soprese per voi, a cominciare da martedì 12 alle 18,00 con il Party d’inaugurazione!

Assoutamente imperdibili saranno anche il Party sul Tram di giovedì 14 dalle 20,00 e il PiccoNIcco al Parco Sempione, di sabato 16 dalle 12,00!

Il conto alla rovescia è iniziato.

Non mancate, vi aspettiamo al Lomography Gallery Store di Milano, in via Mercato 3!

written by alessiab on 2011-04-11 #news #event #milano #diana-world-tour #mostra-lomography #mostra-diana-milano #lomo-milanolgs-milan #negozio-lomo-milano

3 Comments

  1. peteparker
    peteparker ·

    Ciao Alessia... ti volevo segnalare che nell'articolo c'è scritto "lunedi" 12 ma il party è oggi o domani?

  2. alessiab
    alessiab ·

    hai ragione! è domani, ora ho corretto! ;) grazie!!

  3. peteparker
    peteparker ·

    di nulla figurati... un saluto a domani :-)

More Interesting Articles