Fuji Natura Classica

Scatta al chiuso, di notte, senza il flash! Fotografia notturna con la luce naturale! Foto rubate e scattate per strada senza dover usare il flash! Sembra troppo bello per essere vero, no? … ed ecco a voi la recensione sulla Natura Classica!

Insomma, leggendo cosa ci dicono loro: “Dotato di NP (‘natural photo’), la modalità che calcola la luminosità del soggetto e regola l’esposizione in base alla luce disponibile …” Uhm, sono io stupido – ma non è esattamente quello che accade ogni volta che tiro fuori il mio Gossen LunaPro o scatto con la mia Lomo LCA-A +? Che cosa è che rende questa macchina fotografica diversa allora?

Appartengo alla “San Francisco Fotocamera giocattolo Meet-up Group”: http://www.meetup.com/TheSanFranciscoToyCameraMeetupGroup/ e la nostra prossima passeggiata fotografica era quella alla nuova Accademia di Scienze della California. Immaginate la situazione – scarsa illuminazione, dispositivi illuminati, restrizioni d’uso per il flash, troppo congestionato per l’uso cavalletto … La Fuji Natura mi aveva allettato già da un po’ : mi incuriosiva il suo comportamento alla scarsa luminosità, sembrava una fotocamera point and shoot molto attraente e compatta, e oltretutto sono un fanatico delle fotocamere. Ne ho trovata uno usata a buon prezzo e me la sono comprata.

La macchinetta è molto interessante: ha una forma molto semplice e quasi retrò, nulla a che vedere con le curve tonde e la grafica accattivante delle fotocamere moderne — ha una forma semplice e raffinata che farebbe un figurone anche in presenza di un telemetro classico tedesco . Ha una bella pelle finta gommata di facile presa e un attraente corpo di plastica color carbone che sembra metallico. Solo a guardarla questa fotocamera è un vincitore! Ed è anche molto compatta. E ’solo di poco più grande di una delle Minox 35 , che sono generalmente considerate le più piccole full-frame 35mm mai state fatte, ed è leggermente più piccola della Lomo LCA-A +.

Come funziona? Questa fotocamera è una stranezza, in quanto non è mai uscita fuori dal Giappone, almeno finchè Lomography non ha iniziato a venderla, e non c’ è ancora un manuale di istruzioni pubblicato in tutte le lingue eccetto il giapponese. Sulla maggior parte delle fotocamere i vari pulsanti sono etichettati in Nihongo (giapponese scritto), ma quelli di Lomography sono in inglese. (Ci sono solo due lingue nel mondo?) La Natura Classica ha un piccolo obiettivo zoom che va da 28mm a 56mm, un angolo leggermente più ampio rispetto alla maggior parte delle point&shoot con un range di apertura da 2,8 a 5,6. Ora io non so voi, ma per me, f/2,8 è solo marginalmente appropriato per la fotografia in scarsa luminosità e l’ f/5,6 e non ci arriva nemmeno vicino. (Ci fu una versione precedente della Natura chiamato Natura Black, che montava una lente fissa da 24millimetri a f/1.9.
Se qualcuno riesce a trovare uno – compralo! …meglio ancora: mi mandi l’indirizzo in modo che io possa acquistare) Ciò che distingue questa fotocamera è che è stato progettata per utilizzare pellicole ad alta velocità; da 800 ISO a 3200 ISO e, (credo) di una gamma ampia EV. La cosiddetta "Natural Photo " si attiva solo con la pellicola con il maggior ISO 800ISO. La messa a fuoco è automatica, l’ esposizione automatica, l’ avanzamento automatico, e il riavvolgimento automatico.

Sulla scocca superiore ci sono il pulsante di scatto con la leva dello zoom, la schermata dei dati, e 4 tasti di funzione. Il rosso, in basso a destra è il pulsante d’accensione, direttamente alla sua sinistra c’ è il tasto del menu, che è sopra il pulsante con la freccia e alla sua destra è il tasto enter. Se si è familiari alle pellicole moderne PAS o alle fotocamere digitali si dovrebbe essere in grado di capire tutto abbastanza facilmente, sennò c’è l’ aiuto on-line (o ci si mette in contatto con me).

Questi sono stati i primi scatti che ho fatto con questa fotocamera. Ero in una galleria di amici all’ apertura di una mostra di fotografia lo-fi. Era una galleria piuttosto ben illuminata usando una Fuji Superia 1600. ( la pellicola Fuji Naturia 1.600 per la quale è stata progettata questa macchinetta non è disponibile al di fuori del Giappone. Il Fuji Superia è segnalato per essere lo stesso). Penso che siano ben esposte, anche se un po ’sgranate – ma cosa vi aspettate da un 1600 ISO?

Queste sono state scattate presso l’ Accademia di Scienze della California utilizzando una Fuji 1600 ISO.
Queste sono state scattate nel mio cortile al tramonto con un cielo coperto con pellicola da 1.600 ISO.
Questa è stata scattata in pieno sole d’inverno con 1600 ISO del film per vedere come la macchina funzionasse in condizioni soleggiate con la pellicola ad ISO elevate. Sembra che possa gestire tali condizioni molto bene.
Questa è stata scattata in un ristorante molto scuro con una Fuji 1600 ISO. Quindi, questa non è una fotocamera magica. La fotografia dipende dalla luce. Dove non c’è luce, non c’è foto.
Questa è stata scattata in condizioni di bianco quasi totale con forte nebbia e piena luce solare.

Conclusioni: adoro questa fotocamera: è ​​facile da impugnare, compatta e versatile. Ha un obiettivo nitido e contrastato per produrre immagini super-sature come noi ci aspettiamo dalla Lomo LC-A + in un pacchetto compatto e col fuoco automatico. E ’diventata la mia macchina fotografica preferita da portare sempre con me per le sue dimensioni e la sua versatilità.
Se la raccomando? Sì, ma a certe condizioni. Per quelli di voi che non hanno una LC-A +, prendetevi la LC-A + prima. Caricate una pellicola da 1600 ISO e farà tutto quello che sa fare la fotocamera Fuji.

written by kdstevens on 2011-06-24 #gear #review #fotografare-solo-con-la-luce-che-c-e
translated by stopthelapdance

Bringing an iconic aesthetic to square format instant photography, the Diana Instant Square fills frames with strong, saturated colors and rich, moody vignetting. Built to let your inspiration run wild, our latest innovation features a Multiple Exposure Mode, a Bulb Mode for long exposures, a hot shoe adapter and so much more! It’s even compatible with all of the lenses created for the Diana F+ so that you can shake up your perspective anytime, anywhere. No two shots will ever be the same. Back us on Kickstarter now!

More Interesting Articles