Rullino i tamburi, a voi Peterparker!

3

C’era una volta…
un bambino curioso che alla foto della prima elementare è risultato con lo sguardo assente e con la bocca aperta perchè stava guardando qualcosa che si muoveva sul soffitto dietro al fotografo…

… poi, un dì hai scoperto la fotografia…
La fotografia come la pittura, il disegno e tante altre espressioni artistiche sono sempre state nel mio DNA, quindi è stato naturale che al momento opportuno io le abbia utilizzate e messe a disposizione di tutti (ogni artista è un servitore, offre agli altri l’interpretazione del mondo grazie al dono prezioso che ha ricevuto…)

Cos’ ha cambiato Lomography nel tuo modo di vedere la fotografia?
Mi ha permesso di ampliare le vedute espressive, non scatto quasi mai senza regole, magari sì in modo improvviso o casuale, ma ad ogni click c’è un piccolo neurone che ha fatto un giro di valzer con un altro prima di scattare.

Macchina foto è uguale a…?
Cosa significa per te tenere in mano una macchina fotografica?
È un’estensione di me stesso, tutto qua. Come un cyborg con obiettivo diaframma e plastic lens. Non a caso i migliori risultati li ho ottenuti con la cara vecchia Holga e la mia piccola grande Diana F+

In che mood sei di solito quando riesci ad esprimerti al meglio attraverso gli scatti?
Quando riesco ad astrarmi da tutto e ad entrare nel mondo che sto fotografando. Quando riesco ad avere il nulla intorno.

Dire WOW davanti ad una foto. Cosa ti fa reagire?
Non ci sono regole, ho detto WOW davanti alla mia foto della mela al mattino, uno scatto casuale, bruciato dal flash, ma me lo sono sentito “dentro” sin dalla prima volta che ho scannerizzato la pellicola e mi è comparsa davanti l’immagine.

Quali esperienze ti hanno “cresciuto” a livello fotografico?
E da quanti anni sei Lomografo? Sono lomografo da oltre due anni. Sono in continua crescita, Le esperienze che mi hanno fatto fare un salto di qualità sono quelle che partono dalla insoddisfazione dei risultati raggiunti e ti fanno guardare attraverso altri nuovi obiettivi.

Da chi arriverebbe o è arrivato il commento/complimento più importante per te?
Dalle persone care che ho intorno le quali mi sostengono sempre anche quando sono “scontento” del mio lavoro e vorrei gettare tutto all’aria

Se la fotografia è arte, per te cosa rappresenta? E se fosse un libro, un film e una canzone, sarebbe…
Un libro: le mille e una notte, un film: Moulin Rouge , una canzone: If I was your girlfriend di Prince

Paesaggi o ritratti?
Tutto.

Sei “analogico” perché?
Perchè anche quando scattavo in digitale mettevo intenzionalmente le foto fuori fuoco.

Cosa ami di Lomography?
Il fermento della community

Sei fiero di te quando…?
Quando davanti ad un’immagine vedo me allo specchio.

Non c’entra nulla, ma a colazione cosa mangi?
Idealmente un full english breakfast compresi fagioli, uova, bacon salsicce ecc., nella vita di tutti i giorni un caffè veloce (nella mia dispensa ci sono quintali di corn flakes che ridono)

Nome Vero: Franco Calcagnì
Nome da lomografo: Peteparker
Anni: 44
Segni particolari: tutti
Macchine preferite: Holga, Diana F+, Actionsampler, Spinner 360
HOME: http://www.lomographyitalia.it/homes/peteparker

written by alessiab on 2011-03-23 #people #lomoamigo #lomography-interview #interviste-lomography #peterparker #lomo-interviste #users-interview

3 Comments

  1. alessiab
    alessiab ·

    grande!

  2. peteparker2
    peteparker2 ·

    gracias :-)

  3. negativopositivo
    negativopositivo ·

    Complimenti!

More Interesting Articles