Città inventata

Il Poblenou è un quartiere moderno e storico della città di Barcelona, nel distretto di Sant Marti, a nord-est della città.

La sua origine è individuabile in uno dei nuclei abitati di San Martin de Provensals che presto crebbe in industria e in abitanti, di solito immigranti. Arrivò ad essere, alla fine del secolo XIX, l’area con la maggiore concentrazione industriale della Catalunya, e tra le maggiori della Spagna, per cui spesso, San Martin o Pueblo Nuevo ricevevano l’appellativo di “la Manchester catalana”. Dal 2006 il quartiere è limitato dall’area tra le strade Jaume Vicens Vives, Avinguda d’Icària, Ávial, Pere IV, la Llacuna, la Avenida Diagonal, Bac de Roda, il corso del Taulat, la strada Bilbao fino al molo della Mar Bella. Il suo asse centrale e civile più popolare è rappresentato dalla Rambla del Poblenou, che attraversa il centro del suo centro storico dal mare alla montagna.

Il passato industriale del quartiere ereditò numerose fabbriche che furono abbandonate e successivamente recuperate per diversi usi, come lofts, studi, e come sedi di varie enti. Condivide con esso alloggi costruiti durante il secolo XIX e XX, situati nel nucleo tradizionale del quartiere (vicino alla Rambla che porta il suo stesso nome). Negli ultimi anni si sta rimodernando intensamente, con la costruzione di edifici moderni e il risanamento di alcuni di essi. Gran parte di questi cambi è promosso dal progetto Distretto 22@.

È questo passato industriale che ha catturato il mio interesse e grazie ad esso ho inventato un’altra città.

Ed è già risaputo che la fotografia lomografica permette di inventare realtà, ed è quello che ho fatto. Sicuramente alcuni di voi potranno già intuire qual è il segreto di queste fotografie, per il resto posso solo dirvi che lo splitzer fa meraviglie.

written by cohetesnaranjas on 2011-03-23 #places #splitzer #barcelona #location #poblenou
translated by floflo

More Interesting Articles