Red Sprocket Holes

Infiltrazioni di luce. Ingredienti:
-Una pellicola da riavvolgere
-Una borsa, un cappotto ed una sciarpa
-Un’auto sotto il sole!

Una giornata di sole e cielo azzurro è sempre una forte tentazione per un lomografo/fotografo! Una splendida giornata di sole può fare uscire dalla “tana” un’impegnata studentessa sotto esami come me! Perché a marzo un giorno c’è il sole e il giorno dopo ci sono nuvoloni grigi che non fanno passare un raggio di sole! Quindi sei “obbligato” ad approfittare della splendida giornata di sole! E poi se hai la possibilità di andartene fuori città nel bellissimo ed invidiosissimo casale in campagna di un tuo amico ancora meglio!
La prima cosa da fare è scegliere che macchina portare. Tutte! Purtroppo non si può! Scelgo la Diana f+ ed una macchinetta, comprata in un mercatino, che si chiama “Halina Paulette Junior”. La seconda cosa è la scelta della pellicola! Nel cassetto avevo due tipi di Redscale 35mm, quello Xr e quello “normale” della Lomography, nel frigo invece dei 220 da 160 iso e dei fuji velvia 35mm da 50 iso. Halina al suo interno aveva già un redscale xr. Per Diana opto per il fuji, che non avevo mai usato e che mi era arrivato a casa qualche giorno prima. Era anche la prima volta che utilizzavo un rullino da 50 iso, e anche se c’era molto sole molte foto sono venute un po’ sottoesposte. Pazienza. Carico il fuji nella mia Diana ma non uso il dorso del 35mm ma quello del 120, per avere dei formati più grandi e le curve del fisheye! Faccio i miei scatti e qualche minuto prima di andare finisco il rullino. Mi ero portata anche il 220 sapendo che avrei fatto tanti scatti. Ora dovevo riavvolgere la pellicola 35mm!! Avendo utilizzato il dorso del 120 non avevo la levetta che serve a riavvolgere la pellicola. La casa è già chiusa. Che faccio ora? Ho bisogno di un posto buio! Sfido la sorte. Mi infilo in macchina, prendo la borsa, la copro con il cappotto e, non si sa mai, anche con il mio sciarpone e comincio a riavvolgere il rullino che con cautela avevo uscito dalla Diana. Si lo so, ho rischiato di bruciare tutta la pellicola. Appena tornata in città lascio subito i rullini (avevo finito anche con Halina) a sviluppare. Dopo mezz’ora li vado a ritirare. Do una sbirciatina al negativo e mi rincuoro vedendo che la pellicola non si era bruciata! Arrivo a casa e comincio subito a scansionare! Le foto un po’ sottoesposte, ok. Man mano che scansionavo mi accorgo che alcune foto avevano preso un po’ di luce. Sarà stata la pellicola poco sensibile o le infiltrazioni minime, non lo so, sta di fatto che le foto non si sono bruciate ma sono venute con dei bei effetti!
Quindi se vi piacere avere un po’ di “rosso” nelle vostre foto o gli sproket holes “sdoppiati” fate prendere un po’ di luce, ovviamente non diretta alla vostra pellicola senza farla “scottare”!!

written by -dakota- on 2011-03-14 #gear #tutorials #film #sprocket-holes #tipster #fuji-velvia #diana #infiltrazioni-di-luce

More Interesting Articles