Shaby mangia pane, lomografia e creatività!

C’era una volta…
un’appassionata di qualsiasi cosa possa dare sfogo alla mia incontenibile creatività e la mia vorace curiosità: dai pennelli ai libri alla musica.

… poi, un dì hai scoperto la fotografia… come? ?
Mi è sempre piaciuto fare foto,da quando alle gite scolastiche alle elementari partivo con una usa-e-getta e tornavo con una documentazione di tutto ciò che mi colpiva (he puntualmente non era il soggetto della gita), poi crescendo mi sono via via appassionata sempre più.

Cos’ ha cambiato Lomography nel tuo modo di vedere la fotografia?
Lomography mi ha fatto capire che la fotografia non dipende solo dal soggetto fotografato,ma anche da chi scatta quella foto e da cosa è usato per scattarla…insomma la Lomography mi ha portato a fare delle foto un mezzo di espressione e non solo di ricordo o di documentazione.

Macchina foto è uguale a…? cosa significa per te tenere in mano una macchina fotografica?
per me avere in mano una macchina fotografica vuol dire essere pronta a una nuova avventura, in cui trasformare la realtà in qualcosa di mio,rielaborato e personale.

In che mood sei di solito quando riesci ad esprimerti al meglio attraverso gli scatti?
Di solito quando sono rilassata,sia felice che malinconica o triste o allegra, l’importante è non essere agitata,sennò non ho ispirazione.

Dire WOW davanti ad una foto. Cosa ti fa reagire?
Per prima cosa il “mood” dell’immagine,ciò che trasmette,perchè qualsiasi soggetto può essere buono ma dipende dall’interpretazione. Mi piacciono le foto che danno un’atmosfera di sogno.

Quali esperienze ti hanno “cresciuto” a livello fotografico? E da quanti anni sei Lomografo?
Penso di essere cresciuta a livello fotografico quando ho scartato la mia Holga e ho iniziato a capire cos’è la fotografia analogica, e ho smesso di litigare con una digitale che decide da sola tutto tranne il soggetto. Sono lomografa da 4 anni,cioè da quando è uscita l’edizione di Holga della band The White Stripes.
Da chi arriverebbe o è arrivato il commento/complimento più importante per te? Il commento più importante per me è arrivato dal mio migliore amico,che è stato il primo ad apprezzare le mie foto e soprattuttto,invece che guardare con scetticismo la mia Lomocamera se n’è innamorato.

Se la fotografia è arte, per te cosa rappresenta? E se fosse un libro, un film e una canzone, sarebbe…
Per me la fotografia è l’Arte per eccellenza,quella che mi da più soddisfazioni; se fosse un libro sarebbe “Tales of Unexpected” (Storie Inaspettate) di Roald Dahl,cioè imprevedibile,onirica e un po assurda; se fosse un film “La città Incantata” di Hayao Miyazaki perchè è un sogno che allo stesso tempo è reale; se fosse una canzone,mi è difficilissimo scegliere, credo però che sia “Death Wispered A Lullaby” degli Opeth,perchè crea un’atmosfera strana, dolce e sognante,ma anche un po oscura.

Paesaggi o ritratti?
Cambia a seconda del mio umore,ma forse paesaggi.

Sei “analogico” perché?
Perchè mi piace fare le cose a mano, perchè mi piace fare pezzi unici o quasi, perche voglio essere libera anche di sbagliare perchè non sempre è giusto quel che è giusto.

Cosa ami di Lomography?
Si può dire tutto? Comunque il fatto che sia una comunità di gente affine a me,che le macchine fotografiche non sono mainstream,che sono analogiche,che alcune sono vintage,che la comunità lomography sia sempre attiva e piena di idee e stimoli.

Sei fiero di te quando…?
Quando le foto che faccio rispecchiano quello che pensavo al momento che le ho fatte.

Non c’entra nulla, ma a colazione cosa mangi?
Domanda difficile…quello che capita,the con i biscotti o latte e cornflakes oppure anche pane e marmellata,dipende dal mio umore un po come tutto il resto

Nome Vero: Jezabel Boni
Nome da lomografo: Shaby
Anni: 16
Segni particolari: Il mio taglio di capelli
Macchine preferite: Holga

written by alessiab on 2011-02-28 #people #lomography #foto #lomografia #lomoamigo #lomography-italia #lomo-italia #intervista-lomography #shaby

More Interesting Articles