Il grande libro della LC-A Capitolo 36: Si avvia la produzione della LOMO LC-A+

Era ormai tempo che la singora Li e il suo gruppo si mettessero al lavoro. Per prima cosa, venne fondata la “Colibri Manufacturers”, composta da ex-dipendenti esperti della “fabbrica principale” cinese, che si sarebbe dedicata alla produzione della LOMO LC-A+. Quindi, nel novembre 2005, venne firmato dalla Società Lomografica, un contratto in esclusiva di sviluppo e produzione. I corrispondenti accordi per la produzione della lente furono verificati dalla LOMO PLC di S. Pietroburgo e finalmente ingegneri ottici cinesi di primo livello cominciarono freneticamente la progettazione della LOMO LC-A+.

44. Test per l’impostazione della distanza sulla nuova LOMO LC-A+, in Cina.

LOMO LC-A+
La LOMO LC-A+ conserva tutte le caratteristiche peculiari della sua antenata con in più nuove funzioni e migliorie, ispirate direttamente dalla volontà e dai suggerimenti della comunità lomografica globale. Tra le nuove funzionalità della fotocamera, le più notevoli sono: l’interruttore per le esposizioni multiple, un selettore ASA più evoluto e un pulsante per attivare lo scatto a distanza, per lunghi tempi di esposizione. Questa copia della copia della copia è quasi interamente prodotta in Cina. Ma, la sua anima, la famosa lente Minitar 1, è tuttora realizzata dalla LOMO PLC a S. Pietroburgo. La fotocamera è prodotta dalla Società Lomografica e da ‘Colibri Manufacturers’. La prima versione della LOMO LC-A+ fu presentata nel settembre 2006. A partire dal giugno 2007, esiste anche una LOMO LC-A+ con una lente Minitar 1 made-in-China. Inutile dire che la copia cinese della Minitar 1 ha prestazioni identiche al 98% alla versione originale.

47. Il pacco da 20 kg spedito dalla LOMO PLC e contenente i disegni tecnici. 45. Test per l’impostazione della distanza sulla nuova LOMO LC-A+, a Vienna.

Era ormai tempo che la singora Li e il suo gruppo si mettessero al lavoro. Per prima cosa, venne fondata la “Colibri Manufacturers”, composta da ex-dipendenti esperti della “fabbrica principale” cinese, che si sarebbe dedicata alla produzione della LOMO LC-A+. Quindi, nel novembre 2005, venne firmato dalla Società Lomografica, un contratto in esclusiva di sviluppo e produzione. I corrispondenti accordi per la produzione della lente furono verificati dalla LOMO PLC di S. Pietroburgo e finalmente ingegneri ottici cinesi di primo livello cominciarono freneticamente la progettazione della LOMO LC-A+. Furono smontate oltre 20 LOMO LC-A originali, ognuna costituita da più di 400 pezzi. Doveva essere ricostruita ogni macchina necessaria alla produzione di ogni singola vite, etc. Gli uomini della LOMO PLC in Russia si dimostrarono di grande aiuto e inviarono un pacco da 20kg alla Società Lomografica che conteneva i progetti manoscritti della LOMO LC-A originale. Non ci voleva altro che trasferire i progetti su computer e procedere alla progettazione delle modifiche.

46. Ogni LOMO LC-A+ viene assemblata minuziosamente a mano.

Una volta terminata la pianificazione del lavoro, i progetti di dettaglio dei vari strumenti e delle procedure di produzione vennero trasferiti alla Cina: sulla base di questi, i cinesi realizzarono gli strumenti necessari e furono in grado di realizzare i primi prototipi delle singole parti. Ora, i circa 400 componenti della LOMO LC-A+ sono prodotti in 15 diverse società sparse in tutta la Cina. Nel frattempo, fu organizzato l’assemblaggio nei locali della fabbrica principale, furono acquistati i macchinari per l’assemblaggio e il controllo di qualità e furono assunti e opportunamente addestrati operai qualificati. A S. Pietroburgo, fu riavviata la produzione della lente Minitar 1 con un dozzina di operai.

Eccovi il libro in tutta la sua gloria.

written by ungrumpy on 2011-02-17 #library #lc-a-big-book #lomography #biblioteca #storia #brano #il-grande-libro-della-lc-a
translated by eremigi

More Interesting Articles