I pionieri americani del colore

La fotografia “classica” è quasi sempre associata a fotografie in bianco & nero. Alcuni arrivano anche a considerare che il regno della fotografia d’arte sia limitato alle stampe monocromatiche. La mostra ‘American Pioneers of Color’ cerca di sfatare questo stereotipo.

Stephen Shore, Merced River, Yosemite, National Park, California, 13 agosto 1979, Grazie a Courtesy Edwynn Houk Gallery, Zurich e New York

Una volta, la fotografia a colori era controversa e vista con sospetto; in anni più recenti, si è finalmente liberata della stigma di essere eccessivamente disimpegnata per essere considerata forma d’arte. Allora, il regno del colore era confinato alle istantanee amatoriali di famiglia, che non avevano la dignità di essere esposte in una galleria. Questo era un fatto che, tra gli altri, il fotografo Stephen Shore non voleva accettare.

‘American Pioneers of Color’ è una raccolta di stampe moderne e vintage, di Stephen Shore, Joel Meyerowitz e William Eggleston – ampiamente riconosciuti come i primi maestri della fotografia a colori negli Stati Uniti. L’uso pioneristico che fecero del colore negli anni Settanta segnava una netta separazione dalla tradizionale e canonizzata fotografia in bianco e nero, la quale aveva dominato il mezzo fotografico fin dagli albori; e gettava le fondamenta per la fotografia contemporanea.

Stephen Shore, West 3rd Street, Parkersburg, West Virginia, 16 maggio 1974, Grazie a Edwynn Houk Gallery, Zurich e New York

Potete esplorare la collezione, alla Edwynn Houk Gallery.

written by cruzron on 2011-02-08 #news #galleria #colore #notizia #mostra
translated by eremigi

More Interesting Articles