Per amore della Lomo

Un breve racconto sul mio nuovo amore per tutte queste cose analogiche e per la Lomografia. Ho scritto l’articolo per il mio blog originale e per un magazine di cui sono editore e che si chiama Chichester Creative Network.

Ho un nuovo amore ora, e si chiama “Lomo”. Cos’è Lomo?
Bè, è la fotografia analogica con l’uso di una Lomo, come una Diana, una Holga, o una Lomo LC-A.

Mi ero incuriosito di recente per un servizio sulle Lomo su Etsy e poi ho chattato su twitter con Alexandra, che lavora per Lomography. Ho dato un’occhiata al sito, ai membri, alle loro foto e sono stato coinvolto da queste fanyastiche, bizzare immagine piene di colori e dall’interessante e talentuosa comunità Lomography.

Le macchine fotografiche Lomo (a volte definite “Toy Camera” per la lente e il corpo di plastica) creano immagini particolari con strani effetti come la vignettatura, i flash di luce e i colori estremamente saturati. Hanno un chiaro effetto vintage. A volte escono immagini eteree, altre volte strane, bizzarre e incredibilmente affascinanti.

La fotografia Lomo è diffusa da un po’ ormai (ha iniziato a diffondersi negli anni ‘60, quando si producevano le prime macchinette fotografiche), ed è risorta negli anni ’90 quando due ragazzi hanno trovato una Lomo in Austria, e sono rimasti sorpresi dalla strana qualità che le macchinette e i rullini producevano. La Lomografia ha finora contribuito enormemente al ritorno dell’analogico, e la comunità continua a crescere con nuovi negozi in tutto il mondo.

Ho tre Lomocamere, l’adorabile ed eccentrica Diana Mini + blu e turchese, la scintillante Holga 120 GCFN rosa, e l’Holga CB135 giallo chiaro. Il mio deaiderio per il nuovo anno è una LOMO LC-A+.

La Diana Mini è stata prodotta da Lomography e si basa sulla classica Diana + creata negli anni ’60, ma più piccola, più curata e più compatta, con la possibilità di fare foto in formato quadrato (opzionale), e usare le pellicole da 35mm al posto dei 120mm. È favoloso, e finora mi sono divertito un sacco con lei. Mi sono iscritta la sito della Lomography, ed ho colto alcuni buoni consigli, questa è la mia pagina, Illusio on Lomography.
Anche durante la mia ricerca di informazioni sulla Lomography, sono passato attraverso questo fantastico blog, che include le ancor più belle fotografie Lomo e titoli affascinanti, Diana Mini Love controllate.

Così come la mia pazza Holga rosa, non ci ancora giocherellato molto, solo dalle 12 alle 16 esposizioni su pellicola, dipende dall’uso del formato rettangolare o quadrato. Comunque, se volete pellicole che includano meravigliosi effetti come il Redscale o l’X-Pro Chrome, si possono comprare nello shop Lomography.

Sono veramente eccitato da questo nuovo hobby. Anche se la fotografia digitale è notevolmente vantaggiosa, c’è qualcosa di affascinante nelle fotografie analogiche Lomo. Analogico, la fotografia Lomo è qualcosa di sperimentale e rischioso. Un tipo di approccio completamente diverso ed infatti, ciò che può essere considerato uno scatto abbastanza noioso, considerando lo stato dell’arte delle fotocamere digitali, può, con una fotocamera Lomo, impregnarsi di uno speciale mix di emozione ed intensità artistica.

Qui alcuni scatti ispirati dei miei nuovi amici:

Credits: squamy, welland, hairymaff & dictaphone

Ecco alcuni links molto cool:

Diana Mini Love
==The Lomo Camera – Shoot from the Hip" "Life in the Lo Lane – All you need to know about Lomo Cameras==":http://www.dailymail.co.uk/home/moslive/article-1217230/Life-Lo-lane-All-need-know-Lomo-cameras.html

written by illusio on 2011-01-21 #lifestyle #lomolove #lomography #diana-mini #fotografia-analogica #chichester-creative-network
translated by ceciliap

More Interesting Articles