Capitolo 16: LOMO LC-M, LOMO LC-M2 e KRAB

Come per la LOMO LC-M, anche della LOMO LC-M2 vennero realizzati assai pochi esemplari ed era quasi impossibile da trovare. E cosa diavolo è la KRAB? La KRAB è un involucro subacqueo per la LOMO LC-A. Tuttavia, sembra che fosse una tale questione di produzione segreta che anche nel museo della stessa LOMO PLC a S. Pietroburgo, si contesta l’esistenza di un involucro di metallo di 1.5 kg.

14. La LOMO LC-M aveva un numero maggiore di funzionalità avanzate rispetto all’originale LOMO LC-A ma la sua produzione venne interrotta, dopo circa 1.000 unità.
15. Il bello e misterioso involucro subacqueo KRAB per la LOMO LC-A.

Nel 1987, quale sviluppo ulteriore della LOMO LC-A, la LOMO LC-M vide la luce nella “Filiale”. L’obiettivo del secondo modello era di migliorare il meccanismo di apertura dell’otturatore della LOMO LC-A e di aggiungere un paio di altre utili funzionalità. Ad esempio, per la LOMO LC-M venne incluso un cavo per il controllo a distanza dell’otturatore (che si avvitava sul pulsante di scatto, come sarà per LOMO LC-A+, di molto successiva). Inoltre, la LOMO LC-M aveva bisogno di due sole batterie invece di tre; e aveva un design più arrotondato più simile alla Cosina CX-2. Anche l’elettronica era differente: ora nel mirino appariva solo un diodo luminoso invece di due (ad indicare lo stato delle batterie) e il livello ASA 25 della LOMO LC-A era sostituito dal ASA 800. E ancora, le LOMO LC-M utilizzava effettivamente l’ASA, lo standard internazionale per la sensibilità delle pellicole, invece dello standard russo GOST. Di conseguenza, la LOMO LC-M fu prodotta anche per il mercato estero.

La LOMO LC-M mostrava anche degli aspetti visionari, come i numeri ASA e il cavo per il controllo dell’otturatore, che alla fine si fecero strada nella LOMO LC-A, con la produzione della LOMO LC-A+ quasi 20 anni più tardi. Sfortunatamente, la “M” che stava per “modernizzata” venne personalmente interrotta dal Direttore General Panfilov dopo che ne furono prodotte quasi 1000 unità.

Un ulteriore sviluppo della fotocamera fu la LOMO LC-M2 che era dotata di un flash incorporato ed aveva un design rinnovato e, in confronto ai predecessori, aveva solo la funzione di esposizione automatica (come è il caso dell’odierna LC-A+). Analogamente alla LOMO LC-M, la LOMO LC-M2 venne prodotta in pochissimi esemplari ed era quasi impossibile trovarla. E cosa diavolo è la KRAB? La KRAB è l’involucro subacqueo per la LOMO LC-A. Tuttavia, sembra che fosse una tale questione di produzione segreta che anche nel museo della stessa LOMO PLC a S. Pietroburgo, si contesta l’esistenza di un involucro di metallo di 1.5 kg. Esiste almeno un modello di questo misterioso prodotto e un uccellino ci ha parlato di un nuovo sostituto del misterioso involucro subacqueo*.

(*vedere pagine 200 e 594)

Eccovi il libro in tutta la sua gloria.

written by ungrumpy on 2011-01-18 #library #lomography #biblioteca #lomolibri #lomo-lc-a-big-book #brano
translated by eremigi

Thanks, Danke, Gracias

Thanks

We couldn’t have done it without you — thanks to the 2000+ Kickstarter backers who helped support this analogue dream machine the Diana Instant Square is now a reality. Watch out world, this Mighty Memory Maker is coming your way! Did you miss out on the Kickstarter Campaign? Fear not, pre-sale is now on and we have a Diana Instant Square waiting just for you! Pre-order now to pick up your own delightful Diana Instant Square and free Light Painter just in time to snap away those Christmas Carols.

More Interesting Articles