L'anno in un quadrato di Frances Beatty

Frances ha pensato che l’anno 2010 sia come un ricordo che svanisce gradualmente nel nulla, eppure è riuscita a salvare alcuni ricordi in quadrati!

Alcuni mesi fa, il nostro Lomo Amigo Christophe Dillinger si unì a noi con l’obiettivo di pubblicare il nuovo libro di Square Magazine e chiese ad ogni membro della comunità lomografica di mostrare il proprio anno in un quadrato. Un tipo di “competizione” :http://www.lomography.com/magazine/news/2010/10/11/publish-your-year-in-square che prevedeva l’invio di immagini esclusivamente nel formato che ci è familiare – il quadrato, ciascuna accompagnata dalle storie che i fotografi avevano da raccontare.

Frances è stata così fortunata da vedere il proprio nome incluso nella rosa dei 6 finalisti! Prepariamoci a farci viziare della sua storia quadrata:

A Year in Square [NdT: Un anno in quadrato], 2010
Frances Beatty

Il 2010 sembrava dover essere un anno importante. Un buon anno. Un anno importante. Eppure mi sono ritrovata a faticare per trovare qualcosa di interessante da scrivere per la mia recensione. La verità è … che è passato come un lampo, e senza clamore. Di fatto, quasi del tutto in silenzio. Ho scatole sopra scatole piene di foto, qui ai miei piedi – ciò che mi fa supporre di aver avuto un 2010 intenso; e suppongo che sia vero.

Per lo più mi sono lasciata sorprendere sperimentando con le nuove pellicole Polaroid. Mi sono innamorata per la prima volta della Polaroid perchè produce un ricordo confinato e immediatamente tangibile; ma non privo di difetti. Sognante e nostalgico, riproduce le modalità in cui mi immagino debba essere un vero ricordo. Un ricordo al quale mi posso attaccare, diversamente da quelli evanescenti dentro di me. Con la nuova pellicola, ci sono più difetti, e uno di questi è l’attacco dei cristalli assassini (che forse sono un film dell’orrore, ispirato a qualche film di serie B degli anni 80). Ho assistito impotente mentre le mie foto venivano consumate da questa reazione chimica.

Mi ha preso subito il panico; ma mi ci è voluto un minuto per realizzare che … non era male. Rappresentava ancora più fedelmente l’evoluzione e la consunzione dei nostri ricordi.

written by fookshit on 2010-12-28 #lifestyle #square-magazine #anno-in-un-quadrato #vincitori #retrospettiva
translated by eremigi

More Interesting Articles