My Analogue Life: Sento l'inverno

In molte parti del mondo, i primi segni dell’inverno stanno iniziando a comparire. O se vivete dalle mie parti, in Canada, i “primi segni dell’inverno” sono una infelice tormenta di neve ed una settimana di freddo a -39°C che ti ghiaccia le ossa! Ma da quando ho iniziato a scattatare con le mie fedeli fotocamere in plastica, il tempo è cambiato del tutto.

Preferisco fotografare con la luce naturale, è quindi cruciale fin dall’inizio la scelta della pellicola da utilizzare. Ho la fortuna di vivere in una città che gode di molte ore di sole, anche di inverno. Lunghi periodi di giorni grigi sono rari, come quelli nevosi – tempo da lupi! – nei quali utilizzo sempre film a bassa velocità. Infatti se voglio trasmettere malinconia, con immagini quasi monocolore con solo un accenno di luce intorno ai bordi come una patina gelatinosa, carico una pellicola scaduta da tempo di Fuji Sensia 100 in una delle mie macchine fotografiche di plastica Vivitar. Se fa molto freddo, però, devo avere l’accortezza di tenere queste macchine fotografiche in una tasca della giacca, molto vicino al corpo, perchè come ho già provato, quando fa davvero molto freddo, il meccanismo dell’avanzamento si può inceppare – diventando appiccicoso – diventando praticamente impossibile da ripristinare.

Le Holga sono i miei principali cavalli di battaglia come fotocamere invernali. Trovo che non si “appiccichino” come a volte fanno molte fotocamere a 35mm, e il flash puntato contro la neve bianchissima rende vignettature intense e la saturazione del colore aumenta grazie al “cross-processing”.

Un altro divertimento invernale è utilizzare una pellicola istantanea in giornate particolarmente fredde. Se vi siete mai soffermati a leggere sulla confezione di una pellicola Fuji Instax i consigli su come ottenere foto di qualità, è suggerito di utilizzarle a temperature maggiori di 5°C. Come si comporta una pellicola istantanea nei giorni più freddi? Si corre seriamente il rischio di ottenere foto in bianco, ma più spesso mi è capitato che le immagini nel loro formarsi assumino una tinta color lavanda, via via sempre più chiara, quasi eteree.

Qualunque siano le vostre fotocamere e pellicola preferite, l’inverno può rappresentare un grande momento per sperimentare. Scatta nel bel mezzo di una tempesta, nella penombra dell’imbrunire, nel giorno più freddo dell’anno – potresti essere piacevolmente sorpreso dalle immagini che si ottengono.

Come adatti il tuo stile o tecniche ai cambiamenti del tempo? Condividi le tue impressioni con me!

Pamela Klaffke è giornalista, ma ora anche scrittrice e fotografa. I suoi contributi appaiono settimanalmente nella sezione Analogue Lifestyle del Lomography Magazine.

written by pamelaklaffke on 2010-12-14 #lifestyle #fuji-instax-200 #pamela-klaffke #fuji-instant-200-wide #non-preoccupatevi
translated by andredimu

Bringing an iconic aesthetic to square format instant photography, the Diana Instant Square fills frames with strong, saturated colors and rich, moody vignetting. Built to let your inspiration run wild, our latest innovation features a Multiple Exposure Mode, a Bulb Mode for long exposures, a hot shoe adapter and so much more! It’s even compatible with all of the lenses created for the Diana F+ so that you can shake up your perspective anytime, anywhere. No two shots will ever be the same. Back us on Kickstarter now!

More Interesting Articles