In Depth: l'importanza della narrativa in fotografia

Parliamo sempre del potere della fotografia e degli ambiti della sua applicazione. Soprattutto, si tratta di memorie e di emozioni che attribuiamo a un certo momento delle nostre vite. Utilizzando le fotocamere come testimoni, sta a noi cucire insieme questi momenti per creare una storia. Immagina di poterlo fare solo con una sequenza di foto. Se ci pensi, è davvero fantastico.

Scattato dal lomografo @duffman in India.

Mentre le vignettature e le istantanee sono sempre benvenute nei nostri album fotografici, c'è una sezione speciale che dovremmo conservare per la parte più narrativa. Queste storie dovrebbero essere quelle che vorremmo raccontare negli anni che verranno. Ma prima di essere in grado di farlo, dovremmo avere una chiara comprensione di cosa vorremmo raggiungere con le nostre fotografie. Qual è il soggetto? Vale la pena raccontare la storia? Come possiamo assemblare insieme questi pezzi e fargli assumere un senso alla fine?

Ci sono un sacco di fattori che possono andare a comporre una storia insieme alle fotografie, ma è importante che, in quanto narratori, ci poniamo alcune domande prima di iniziare il racconto.

Credits: duffman

Viaggiare ci apre nuove possibilità e ci dona uno sguardo nuovo sul mondo. Una storia raccontata mediante immagini, questi scatti di @duffman ci mostrano la bellezza del suo paese, ricco di cultura e con paesaggi mozzafiato.

La fotografia è un ottimo strumento per costruire una narrativa. Diversi progetti fotografici qui nel magazine provengono dal mondo dello storytelling e ogni volta è un piacere visionarli. La narrativa dovrebbe essere importante per ogni fotografo perché, senza essa, la fotografia diventerebbe soltanto un passatempo del quale non possiamo fare a meno.

È ciò che dona spessore alle nostre foto ed è sempre stato così. Il fotogiornalismo, la fotografia documentaristica e addirittura la fotografia artistica hanno bisogno di una narrativa per essere efficaci. Non sempre è l'impatto visivo ad attrarre le persone, la storia in ogni scatto è altrettanto importante.

Credits: gheinz

I nuovi paesi sono sempre stati ottimi soggetti. Il lomografo @gheinz lo sa molto bene dato che si immerge continuamente in avventure ricche di lezioni e di scoperte. Questi scatti con la LomoChrome realizzati in Giappone e in Burkina Faso sono soltanto una nota a piè di pagina del suo crescente libro di imprese.

La storia tra gli scatti è rilevante, certo, ma non possiamo dimenticare anche l'impatto visivo dell'immagine: le foto non hanno sempre bisogno di avere una storia dietro. A volte, l'impegno e la tecnica del fotografo, così come la bellezza del soggetto, sono abbastanza per renderlo un capolavoro d'arte. La narrativa non è un fine, ma aiuta a colmare le distanze fra immagine e spettatore. È un collante tra scatti e pubblico, così come, più intimamente, tra fotografo e spettatore.È la connessione tra una sequenza di immagini che creano una storia.

---

written by Luca Mantenuto on 2020-01-21 #culture

More Interesting Articles