David Schermann: Le terre sconfinate del Kirghizistan

Il fotografo David Schermann è un giramondo che esplora luoghi remoti e porta con sé storie e ricordi da ognuno di questi posti. Questa volta è andato a studiare i processi della tettonica a placche in Kirghizistan per nove giorni e qui vi presentiamo il suo diario di viaggio fotografico.

Secondo David, il Khirgizistan è una terra di cieli e terre . I paesaggi sono spettacolari e circondati da catene montuose e steppe a perdita d'occhio. L'agricoltura rimane il settore economico principale di questo paese. Durante il suo viaggio David ha incontrato poca gente, ma è rimasto colpito dal fatto che, nonostante il paese sia tra i più poveri al mondo, le persone del luogo sono estremamente accoglienti e pronte ad offrirti cibo e bevande ad ogni occasione.

"Uno dei ricordi più piacevoli è di quando ero allo stadio per una partita di calcio (era un Kirghizistan contro Palestina) insieme ad un mio amico e non avevamo assolutamente idea di come comprare i biglietti. Eravamo così spaesati che un giovane studente di psicologia si avvicinò e decise di aiutarci. Apparentemente, eravamo al gate sbagliato e abbiamo dovuto correre intorno a tutto lo stadio per entrare, fortunatamente giusto in tempo per gli inni nazionali."

Nei primi tre giorni di viaggio, David ha campeggiato vicino a Bishkek, la capitale del paese. Nei successivi due, si è spostato sull'altopiano del lago di Son Kol e ha dormito nelle yurte, dove insieme al suo team ha avuto l'opportunità di conoscere la cultura locale attraverso gli sport nazionali: "Quei due giorni sono stati fantastici. Il lago è un posto meraviglioso e in quei giorni era calmo, di notte si riuscivano a vedere tante stelle! Abbiamo assistito ad una partita di Kokpar, lo sport nazionale kirghizo. Praticamente, due squadre a cavallo si sfidano colpendo una carcassa di capra. Lo scopo è portare la carcassa nella porta avversaria."

Nei giorni successivi David e il suo team sono stati al lago di Issyk-Kul, letteralmente "lago caldo", ed è il secondo lago salato più grande al mondo. Questo rappresentava uno dei luoghi di villeggiatura più amati ai tempi dell'Unione Sovietica e molte strutture risalenti a quegli anni sono oggi abbandonate. Il collasso dell'URSS ha avuto grosse conseguenze economiche su tutta la regione del lago e le attività turistiche ne hanno risentito fortemente. Ed è qui che ha campeggiato vicino a un complesso alberghiero abbandonato costruito a suo tempo per ospitare operai locali ma che non è mai stato aperto: "È stato strano dormire tra quelle costruzioni, dalle finestre si potevano vedere le stanze ancora arredate con i letti fatti."

Gli ultimi due giorni sono ritornati a Bishkek, dove hanno avuto l'occasione di visitare il parco nazionale di Ala Archa, dove David ha risalito un ghiacciaio per la prima volta nella sua vita.

Lo stile paesaggistico di David si abbina perfettamente alla vastità offerta degli spazi aperti del Kirghizistan. Tutti gli scatti sono stati fatti in analogico e fortemente ispirati ai dipinti di Caspar David Friedrich (l'artista del "Viandante sul mare di nebbia", per capirci), focalizzandosi quindi su forme e figure geografiche naturali. Catturare la grandezza e la maestosità dei paesaggi è l'obiettivo di David quando scatta:
"Penso che i suoi dipinti ci mostrino quanto siamo insignificanti rispetto alla natura."

David ha ereditato molto del suo stile da suo padre che è un fotoreporter. David ha ereditato molto del suo stile da suo padre che è un fotoreporter, lo ha influenzato nella ricerca fotografica e nel curare i ricordi attraverso le immagini. Il giovane fotografo continua a girare il mondo cercando di immortalare tra gli angoli più remoti di questa terra in tutta la loro maestosità e purezza.


Per conoscere altri interessanti lavori fotografici di David Schermann, puoi visitare il suo sito, Instagram, Facebook, Flickr, 500px e Behance. Tutti i diritti sono riservati ©David Schermann.

written by cielsan on 2019-05-11 #people

More Interesting Articles