La Lomo Amigo Virgola ed il mondo intorno a La Sardina DIY

1

La nostra nuova Lomo Amigo Virgola è stata capace di portare La Sardina DIY nel mare caldo della Sicilia ma anche nel mondo delle sue rappresentazioni fatate. I suoi lavori ritraggono la morbitezza delle arti visive capaci di far sognare qualsiasi persona. Non perdetevi la sua intervista per Lomography.

Nome: Virginia aka Virgola
Sito: diariodivirgola.it
Facebook: virginiadraws
Instagram: virgola_

Ciao Virgola, facciamo le presentazioni. Parlaci di te e raccontaci cosa fai nella vita.
Ciao! Dietro Virgola c’è Virginia, una trentenne con lo spirito di un’eterna ragazzina. Nata e cresciuta tra Messina e l’isola di Vulcano, a 18 anni mi trasferisco a Catania e l’anno successivo a Firenze per studiare storia dell’arte medievale. Per tre anni ho lavorato come modella presso un’accademia di belle arti americana dove ho imparato moltissimo sulla mia più grande passione: il disegno. Da poco più di due anni sono un’illustratrice a tempo pieno.

Come ti è venuto in mente di iniziare a disegnare intorno ad oggetti reali?
Per gioco, come tutte le cose più belle. Era una giornata di pioggia, ho preso un biscotto e gli ho aggiunto “zampette” e ombrello per rappresentarmi: un po’ goffa, golosa, ironica. Da quel giorno non ho più smesso, si è solo evoluto il mio stile che è diventato molto più personale. Il sorriso è la forza che muove le azioni migliori, senza energia positiva non funzionerebbe tutto allo stesso modo, ne sono convinta, e questa è venuta fuori, nel mio caso, in un momento di crisi, una sorta di istinto di sopravvivenza dell’anima.

Da dove prendi ispirazione durante i tuoi lavori? Come selezioni gli oggetti da utilizzare?
È una cosa abbastanza casuale, alle volte li trovo per caso vicino a me, altre volte mi lascio ispirare da una frase letta o dal verso di una canzone e cerco l’oggetto perfetto. L’ispirazione può venire da tutte le parti, la difficoltà è saper mettere insieme poi i pezzi di modo che funzioni tutto in maniera naturale.

Abbiamo visto che nelle tue creazioni vengono rappresentate sempre donne. C’è un motivo particolare?
A dire il vero non saprei, non voglio lanciare messaggi di genere.. penso che il mio personaggio sia la proiezione, piuttosto, di quanto tenga sopito, della mia parte che mi piace meno, quella meno cinica e più sognatrice, quella che crede ancora nei valori considerati “fuori moda”.

Siccome siamo molto curiosi, qual è il sogno nel cassetto di una ragazza creativa come te.
Io esco pazza per le pubblicità e per lo studio dei packaging. Forse il mio sogno remoto è far parte di un gruppo di creativi in uno studio di settore per confrontarmi e contribuire a un progetto di merchandising. Molto distante dal sogno di cui parlavo prima :)

Descriviti con tre aggettivi.
Ironica, distratta, diffidente

A cosa ti sei ispirata mentre disegnavi intorno La Sardina?
Ero in Sicilia, a casa mia, e mi sono ispirata a due cose che amo moltissimo della mia regione: l’arte delle ceramiche e il mare –il mare, quello vissuto dai pescatori, quello delle reti indurite dalla salsedine, non dei lidi estivi. Ho cercato di rappresentare le onde, le correnti e le alghe in modo astratto, guidata dall’istinto, ricordando l’arte e i colori che vedevo quando non capivo ancora cosa stessi guardando.

Sapresti dare un nome a La Sardina DIY che hai personalizzato?
Non ci avevo pensato… Forse Maiolica, però non ne sono sicura.

Come ti sei trovata con La Sardina? Avevi già usato fotocamere analogiche?
All’inizio in preda al panico, la trovavo così bella che avevo paura di fare qualcosa di sbagliato che la potesse sciupare, ma ho familiarizzato subito e non me ne sono più separata, la portavo sempre con me in borsa, pronta all’uso! Non usavo un’analogica da almeno 10 anni… infatti non so bene cosa abbia combinato, ancora non ho visto le foto! Che ricordi, l’attesa delle foto.. Mi piace tantissimo!

Cosa ti è piaciuto di questo progetto e come hai scelto i soggetti da fotografare?
Del progetto ho amato immediatamente la filosofia dietro all’azienda. Ho letto subito le “regole d’oro” nel libro che parla della Sardina e ho condiviso ogni punto! Non ho volute fotografare il mio presente bensìil mio passato, il background che sta dietro ogni mio disegno, ciò che mi ispira anche a livello inconscio, quindi casa mia, non la Sicilia che tutti si aspettano ma gli angoli che riconosco. Mi dispiace solo aver terminato gli scatti prima di fotografare le mani di mia mamma che ricamano, le adoro.

Hai qualche progetto per il futuro che ci puoi raccontare?
Progetti non ne ho mai avuti, ho molte ambizioni e.. Svelo un segreto: il mio primo bimbino in pancia! I miei progetti sono tutti a medio termine, ma l’idea di fondo è continuare a disegnare sempre, vivere di arte è un privilegio che non voglio lasciarmi scappare.

Grazie mille Virgola e buon lavoro!

Se anche voi volete pitturare La Sardina come Virgola, date uno sguardo al nostro Negozio Online, non ve ne pentirete!

written by bartolomo on 2016-02-02 #people #lomoamigo

Lomography Color Negative 400 (35mm)

You'll love the vibrant colors and stunning sharpness that the Lomography Color Negative 400 35mm film can give you.

Add to Cart

More Interesting Articles