Lubitel 166B Made in Ucraina

2

Il fascino delle biottiche russe non so per quale motivo, ma riesce a catturare l’ attenzione di ogni Lomografo! Io mi sono ripromesso fin dall’ inizio di non addentrarmi mai nel mondo della fotografia analogica 120 mm, ma di rimanere ben saldo sul 35mm. Ma un giorno mi sono ritrovato (non so come…) a comprarmi una Lubitel in Ucraina, esattammente una Lubitel 166B. E posso assicuravi che sono felice di averlo fatto!

La Lubitel 166 B è una fotocamera dal corpo in plastica, utilizza pellicole 120mm ed è stata prodotta dalla Lomo tra il 1980 e il 1989.
Premetto che ho iniziato a scattare in 35mm e mi sono sempre ripromesso che non avrei comprato una macchina 120mm per nessun motivo al mondo. Abitando in un paese molto piccolo trovo difficoltà con lo sviluppo delle pellicole 120mm, e soprattutto con la stampa del fotografie dal quadrate, per non parlare dei tempi che mi fanno aspettare e di quanto me le fanno pagare.
Però la Lubitel ha quel fascino inspiegabile e penso che sia la macchina che ogni Buon lomografo dovrebbe avere, è una macchina completamente manuale, biottica e sprovvista di esposimetro.
La mia l ‘ho comprata per caso alla asta in Ucraina, mi è costata poco meno di 20euro, spedizioni escluse ed in poco più di tre settimane era già a casa mia, nonostante l’ Ucraina in quel periodo fosse ricoperta da quasi due metri di neve. Appena è arrivata a casa il pacco, non ho potuto scartarlo perché dovevo tornare a lavoro, ma la sera stessa mi sono dedicato completamente a lei.
Ve la presento:

Le condizioni estetiche erano impeccabili, per prima cosa ho controllato se l’ obiettivo fosse ben pulito, che non ci fossero tracce di muffa o funghi, ed infine ho testato il corretto funzionamento di diaframma e tempi di scatto. Una volta appurato che tutto funzionasse correttamente l’ ho caricata con un rullino 35mm seguendo questo semplice Tutorial, per fare l’ultima prova, quella più importante. Sono andato nel panico più totale quando ho ritirato la pellicole e c’erano tutte macchie circolare verdi su tutti i fotogrammi. Ho pensato subito alla presenza di muffa o funghi invece ho scoperto che non avevo tappato la finestrella contapose, cosa da non dimenticare mai di fare quando andate a montare una pellicola 35mm.
Veniamo comunque al sodo; non stavo nella pelle dal riprovarla e senza scoraggiarmi ho caricato una Fuji Reala 120mm scaduto nel 2003, sono uscito sul balcone di casa e ho scattato tutte e dodici le pose tutte d’ un fiato.

Le Lomografie per me sono sopratutto doppie esposizioni:

Posso concludere assicurandovi che la spesa vale l’ impresa e prima o poi sono sicuro che ognuno di voi sentirà la necessità di comprare una Lubitel.

written by lucadeluca on 2012-04-03 #gear #expired #review #lubitel-166b #fuji-reala #lomography #verdiana

2 Comments

  1. sirio174
    sirio174 ·

    Lubitel, Holga, Diana, ciascuna di esse ha una propria personalità, e si vede!

  2. lucadeluca
    lucadeluca ·

    @ponz il merito è suo se adesso ho una Lubi.

More Interesting Articles