Toy Scanning: scansione creativa delle pellicole facile e veloce.

4

Se avete provato tutti i tutorial più strani dallo sviluppo col caffè fino a tutte le macherature più strane da mettere all’interno della vostra lomography non vi resta che provare la Scansione Creativa

Una della cosa più bella delle toy camera è la quantità industriale di tutorial, guide e trucchi vari disponibili in rete per le nostre plasticose, che permettono di dare effetti ancora più creativi ai nostri scatti partendo dalla carica del rullino, passando alla fase di scatto fino alle varie tecniche di sviluppo con gli “ingredienti” più strani.
Con questo piccolo tutorial voglio introdurre un altro piccolo trucco che può aggiungere creatività alle vostre foto andando ad intervenire sulla scansione.

Tutto parte grazie all’ accrocchio realizzato da italida sul suo blog che ringrazio per l’ idea e a cui rimando per la realizzazione.

Come spiegato nel tutorial basta rivolgerlo verso un qualcosa di uniforme per ottenere delle buone scansioni senza spendere una lira per costosi scanner per pellicole.

Ma cosa succede se invece di puntarlo su qualcosa di uniforme proviamo a giocare con quello che si para dietro il negativo?

Personalmente sono rimasto piacevolmente sorpreso dei risultati, ovviamente vi consiglio di puntare sempre su qualcosa di molto luminoso, io ho provato fronde degli alberi puntando verso il cielo o palazzi ben illuminati dal sole o ancora un muro illuminato non uniformemente. Il risultato è sempre casuale e particolare. Sulle pellicole in bianco e nero ho avuto risultati impressionanti, appaiono zone di colore fantastiche, sulle pellicole a colore invece vediamo apparire macchie, zone più chiare e zone più scure e rese di colori particolari.

Inoltre se non siete ancora sazi e volete aggiungere ancora qualcosa prendete un foglio di plastica trasparente, quello che si usa per i lucidi da lavagna luminosa per esempio, io in mancanza di quello ho usato una bustina di quelle porta cd, martoriatelo un po, graffiatelo, impolveratelo, insomma date libero sfogo ai vostri peggiori istinti, e appiccicatelo dietro la finestrella esterna dell’accrocchio aggiungerà ancora un effetto vintage/rovinato ai vostri scatti e potete usarlo sia nel modo classico che nel modo creativo.

Un vero e proprio “toy scanning” al vostro servizio, non vi resta che provare.

written by danhook on 2012-03-12 #gear #tutorials #tutorial #toy #scanning #tipster #pellicole #scansione

4 Comments

  1. lele_caps
    lele_caps ·

    consiglio vivamente di provarci!!
    all'inizio ero un po' scettico ma poi..... funzionaaaaa e pure parecchio bene!!

  2. minigonnablu
    minigonnablu ·

    funziona bene! avevo visto qualcosa di simile tempo fa e per ora è l'unico modo per scannerizzare le mie povere foto...

  3. veracka
    veracka ·

    Ho fatto sviluppare e stampare il mio primo rullino. Una schifezza. Essendo il primo, me lo aspettavo, ma la stampa era veramente oscena. Mi sono costruita un accrocchio del genere e ho cross processato con photoshop. Fino a quando non avrò abbastanza quattrini per uno scanner serio, farò sempre con questo!
    Qui il link all'album... è il primo, abbiate pietà.......
    www.lomography.com.tr/homes/veracka/albums/1824030-first-fi…

  4. stefapet
    stefapet ·

    Ciao Danhook, Ho costruito il tuo geniale scanner col tubo di cartone, ma mi chiedevo, in questo momento ho il rullino finito e riavvolto in mano, se lo srotolo e lo infilo nel tubo come dici tu, non si impressiona nuovamente...?Anche perche' le esposizioni multiple sono appunto date dalle ''n'' esposizioni alla luce della pellicola, se lo srotolo ora per scannerizzarlo non si tratta di un ennesima esposizione alla luce...giusto?Devo fare qualcosa prima? Brancolo nel ''buio''....
    Scusa tanto per il disturbo...
    Grazie Stefano

More Interesting Articles