La Diana+. Una bellezza da guardare

Sono sempre stata un’ amante dei grandangoli, per me la fotografia deve essere “wide”, non mi mi piacciono i teleobiettivi. Più cose c’entrano in una foto meglio è.

La classica lente 75mm della Diana+ è fantastica per la sua estrema vignettatura e per quel suo effetto lo-fi, ma anche le altre lenti non sono male!

Sono sempre stata un’amante dei grandangoli, per me la fotografia deve essere “wide”, non mi mi piacciono i teleobiettivi. Più cose c’entrano in una foto meglio è.

Credits: -dakota-

Sono stata abbastanza fortunata perché mi è stato regalato il Diana+ Deluxe Kit, che contiene la Diana+ con tutti gli accessori, quindi ho potuto sperimentare tutte le lenti. La lente 38mm super wide è proprio una delle mie preferite! Questo effetto grandangolare nel medio formato secondo me è ancora più accentuato!

Panna, uno dei miei soggetti preferiti

Questa lente ti permette di prendere anche gli oggetti vicini che con la classica lente da 75mm non riusciresti ad inquadrare, non è nemmeno un grandangolo troppo spinto e quindi non avrai la classica deformazioni ai lati del grandangolo.
La vignettatura è meno accentuata e la definizione che ti offre questa lente è fantastica!

La trovo davvero comoda quando utilizzo un rullino da 35mm. Le lenti della Diana+ nascono come lenti per il medio formato. Questo vuol dire che quando si utilizza il 35mm il “campo visivo” diminuisce, è come se la foto venisse tagliata.

Se si utilizza la classica lente da 75mm si corre il rischio di tagliare qualche testa o di avere un’inquadratura troppo ristretta rispetto a quella che ci aspettavamo. Utilizzando la lente 38 mm si “allarga” un po’ questo campo visivo.

Credits: -dakota-

written by -dakota- on 2012-03-12 #gear #review #diana #lente #grandangolo #38mm-super-wide-angle-lens

More Interesting Articles