Ogni Cosa è Illuminata

7

Un giovane Americano, che coltiva un insolita passione: collezionare vecchi oggetti di famiglia, intraprende un viaggio in Ucraina alla ricerca della donna che salvò suo nonno durante la seconda guerra mondiale. E scoprirà un mondo ormai dimenticato dal tempo…

Il film statunitense “Everithing is Illuminated”, diretto da Liev Schreiber, esce nelle sale nel 2005 ed è tratto dall’omonimo libro autobiografico di Jonathan Safran Foer .

Sin da piccolo, il giovane ebreo Jonathan (nel film interpretato dal mitico Frodo Baggins della Trilogia del Signore degli Anelli, Elijah Wood coltiva un’insolita passione: Collezionare Vecchi Oggetti di Famiglia; come se tentasse di fermare il tempo trattenendo il passato all’interno di piccole buste di cellofan.

La ricerca, rinforzata da questa passione, e la scoperta di una vecchia foto di suo nonno che parlava di una storia che non gli era mai stata raccontata, spingerà il giovane protagonista a visitare l’Ucraina, paese dove visse suo nonno ebreo, per riscoprire le radici della sua famiglia e per conoscere la donna che gli salvò la vita durante l’occupazione nazista nella Seconda Guerra Mondiale.

Il giovane ricercatore, arrivato in Ucraina, si farà aiutare da un’improbabile azienda familiare che porta ricchi ebrei americani sulle tracce dei loro antenati, formata da un vecchio di Odessa, finto non vedente dai modi furiosi che ha cancellato la sua “ebraicità” fino a trasformarla in rabbioso antisemitismo, da suo nipote Alex (interpretato dall’attore Eugene Hütz) che nonostante la qualifica di “suo interprete ufficiale”, parla un inglese stentato, e dal loro cane-guida “psicopatico” Sammy Davies junior junior! :)

Ecco, a mio parere, una delle scene più divertenti del film :) :

La ricerca di Jonathan coinvolgerà direttamente anche le sue guide. Il vecchio andrà alla ricerca del suo passato e suo nipote investigherà sulle sue origini Ucraine.
Verso la fine, i due coetanei scopriranno di vivere la stessa vita accreditata proprio dagli oggetti appartenuti ai loro cari.

Curiosità :

✘ Youtube: http://youtube.com/watch?v=id15tjDK3K0

Li avete riconosciuti?
All’inizio del film, quando Jonathan arriva in stazione, viene accolto dai Gogol Bordello e da Alex (Eugene Hütz, Cantante e paroliere della Band).

La ricerca non si concluderà mai, ma alla fine del film, il protagonista acquisirà una nuova consapevolezza: che ciò per cui si era partiti non esiste più, infatti il paese d’origine del nonno fu raso al suolo dai nazisti e la donna che lo salvò fu trucidata… L’unica superstite, la sorella della donna in questione, custodisce anch’essa in una scatola, i ricordi di un passato che nessuno sarebbe più venuto a cercare.

Sapete che vi dico? Vado a rivedermelo
Nel frattempo vi lascio gustare il trailer:

✘ Youtube: http://youtube.com/watch?v=H-y5v_7zx9o

Voglia di cinema? Il lomokino è proprio quello che vi serve.

Ciao Lomi!
Buona visione!

written by bonzone on 2012-02-25 #news #videos #film #everything-is-illuminated #jonathan-safran-foer

7 Comments

  1. goonies
    goonies ·

    adoro questo film, bravo Mazzò

  2. stepi
    stepi ·

    Jonfen! :D

  3. bonzone
    bonzone ·

    :D Grazie ragà !!

  4. sirio174
    sirio174 ·

    splendida recensione, un film sicuramente interessante e diverso dal solito!

  5. bonzone
    bonzone ·

    grazie mille @sirio 174

  6. zanardi
    zanardi ·

    Bel film, uno dei pochi film riusciti meglio del libro da cui sono tratti, Hutz meglio come cantante che come attore..."I traveled the world Looking for lovers Of the ultimate beauty But never settled in I'm Wonderlust King" Nananananannan!

  7. veracka
    veracka ·

    film bellissimo <3
    Adoro Hutz! Sacro e Profano lo hai visto? merita tantissimo!

More Interesting Articles