Guarda che Luna... Park!

Mancano ormai poche settimane al ritorrno del Luna Park a Como, sempre presente in primavera! In attesa delle sue belle giostre adrenaliniche, di cui vi avevo già parlato in un precedente articolo, eccovi alcuni dettagli analogici pieni di colore!

In un mio precedente articolo vi avevo già parlato della mia passione per le giostre adrenaliniche del Luna Park. Sicuramente dopo averlo letto, non sarete più dei “Pesci fuor d’acqua…” quando andrete a fotografarle con le vostre macchine lomografiche!

Oggi, invece, vi propongo un po’ di coloratissimi dettagli. Tutte foto scattate con una Praktica MTL 5 (o con una Zenit TTL), usando principalmente tre obiettivi: il piccolo Industar 50-2 dai colori particolari (un Tessar molto nitido), il classico Helios 44M-4 e un medio tele giapponese, il Takumar 105/2,8, una delle mie ottiche preferite.

Innanzitutto… ATTENTI AL GATTO! … può entrare in “combattimento” col mouse del vostro PC!

Ne approfitto per un consiglio ai principianti: dopo aver acquistato una reflex col suo obiettivo “normale” 50mm, come secondo obiettivo vi consiglio di prendere un piccolo teleobiettivo (da 90 a 135mm di focale), piuttosto che un grandangolo… infatti per i primi tempi il tele aiuta a focalizzarsi sul dettaglio, sulle parti essenziali di una composizione senza inserire troppi elementi di disturbo nella composizione. Poi, con l’esperienza, passate pure a focali grandangolari… ad esempio sfruttando al massimo gli effetti prospettici di una Lomo LC-A o addirittura del supergrandangolo di una LC-Wide! Qui ad esempio ho utilizzato un 29mm (un Pentacon) per riprendere le immagini di un “sano” Delirium, un’altra splendida giostra adrenalinica! Come vedete, anche le condizioni di luce sono importanti, qui ho sfruttato l’imminente arrivo di un temporale. Ma anche col grandangolo, cercate di non introdurre nella foto inutili dettagli!

Altre volte potete giocare sull’inquadratura: tutti sappiano che il codino della giostra “dei calci nel sedere” è verticale… ma qui, ruotato di 90 gradi, sembra che si protenda verso il ragazzo che tenta di afferrarlo!

Con l’aiuto di un medio tele potete riprendere molti dettagli, ad esempio questi bellissimi e coloratissimi magnetini… sollevandoli in base al numero scritto sotto si può vincere una bella pianticella da tenere in casa o in giardino… Notate come il tele abbia permesso di giocare sulla profondità di campo… nitidezza al centro e sfocatura ai bordi… semplicemente tenendo l’obiettivo inclinato rispetto alle formine a usando un diaframma abbastanza aperto.

Chiudendo un po’ potete invece ottenere una maggiore profondità di campo… attenzione: sono belle ma non commestibili!

Bello poi prestare attenzione agli animali, sempre presenti: questo cagnolino, mitissimo e socievolissimo, famigliarizza con tutti, adulti e bambini, e sembra dire, con Lucio Dalla: “A modo mio, avrei bisogno di carezze anch’io!”. E’ amorevolmente accudito dalla padroncina, una delle operatrici delle giostre del Luna Park.

Notate come ci siano tanti bambini intorno.. bene, potete farlo capire anche rispettando la loro privacy ed inquadrandone soltanto le scarpe, ad indicare la loro presenza, tutelando la loro minore età con una inquadratura che li rende non riconoscibili.

Qualcun altro, invece, annusando in una semideserta mattinata, sembra domandarsi: “Sarà femmina?”

Sempre col teleobiettivo, potete mostrare dei particolari delle giostre, qui il “Cotton Club”, che gira velocissima e dà una forte sensazione di centrifuga… mentre siete sotto un telo! Sottoesponendo di mezzo diaframma, ho ottenuto colori vivaci senza crossprocessare la pellicola!

Se siete amanti della grafica, potete isolare dettagli geometrici, come queste coloratissime spirali:

Ed infine, se avete fame… le patatine fritte vi aspettano! Non ingrassate troppo!

Vi aspetto su qualche giostra adrenalinica con me! Ciao!

written by sirio174 on 2012-02-22 #lifestyle #spring #details #luna-park #primavera #lomografia #analogico #como #giostre #palloncini #oggetti #dettagli

More Interesting Articles