Takashi Murakami: il pioniere giapponese del movimento Superflat

Takashi Murakami è un rinomato artista giapponese, famoso per aver coniato il termine Superflat, che descrive il mobimkento artistico a cui appartiene il suo lavoro che attinge dalle forme tradizionali dell’ arte giapponese insieme all’ Anime e ai Manga.

Immagine via Life and Times

Quando Takashi Murakami inventò il termine “Superflat” lo usò come una descrizione multipla referita all’ uso delle forme appiattite e compresse nell’ arte giapponese, la natura bidimensionale dell’ animazione giapponese e della grafica il “vuoto superficiale della cultura di consumo giapponese” nell’ era del dopoguerra. Il termine fu usato per la prima volta da Murakami in un manifesto prodotto per la terza parte dell’ esposizione Superflat, che fu allestita in America e Europa e introdusse il mondo dell’ arte occidentale a questo nuovo movimento di arte giapponese. Murakami tenne la sua maggiore retrospettiva in Francia al Palazzo di Versailles, riempendo quindici stanze con i suoi lavori.

Immagine da The Guardian

Murakami è stato paragonato a Andy Warhol per il fatto che ha abbracciato i metodi della produzione di massa e la manipolazione di immagini popolari e prese dai media. Il suo lavoro tuttavia non può esser ridotto a questo paragone; i suoi pezzi utilizzano le tecniche tradizionali giapponesi come l’incisione e la pittura e la loro combinazione con immagine tratte da anime e manga dando come risultati pezzi che incarnano distintamente il Giappone, mentre l’arte di Wharol era indicativa della cultura di consumo occidentale.

L’arte di Murakami tenta di criticare la società consumistica moderna e di aumentare la consapevolezza della manipolazione della società fatta dai media. Molti dei suoi lavori quindi offrono parodie e satira socialedella cultura popolare giapponese, sebbene recentemente si è conosciuto meglio per il lavoro di designcon la casa di moda Louis Vitton. Vide questa collaborazionecome un’ opportunità per sfidare il divario tra commercio e arte, questo fu dimostrato nel 2009 quando collaborò con Louis Vitton per creare il primo progetto di QR code, in tal modo sfocò la distinzione tra funzionalità e arte.

Immagine da Life and Times

Questo è il suo lavoro artistico anche se è molto evocativo e che cerca di ripensare i temi classici giapponesi e le tecniche all’ interno del panorama contemporaneo. le sue immagine audaci e colorate catturano l’occhio, sono impressionanti e alcune volte scioccanti. Tuttavia come il suo lavoro ora venduto per milioni di sterline la domanda è stata posta, il suo lavoro ancora critica la cultura di consumo o lui ha cominciato a essere intrappolato all’ interno del sistema che lui aveva criticato?

Immagine da Life and Times

Le informazioni per questo articolo sono state prese da The Guardian, Artnet.com, Interview Magazine, and Life and Times.

written by marthasmarvels on 2012-02-08 #lifestyle #artist #japan #takashi-murakami #superflat
translated by redryan

More Interesting Articles