The Hell With Perfection — Freedom for Photography!

Voightländer Vchrome 100

1

La Sensia che arriva dalla Germania…

Non sono un patito dello sviluppo delle diapositive in C41, devo ammetterlo, la sua tendenza alla sovraesposizione quando il sole è davvero luminoso mi ha causato più di una delusione. Le pellicole positive sviluppate con l’acido corretto, l’E6, offrono risultati che a livello di definizione, colore e contrasto non possono essere eguagliati da quasi nessuna pellicola negativa. Però riconosco che il cross-process dà dei risultati molto particolari, importanti nella lomografia. Le proprietà del cross-process sono diverse se applicate ad una pellicola diapositiva, e normalmente queste si traducono in vantaggi per la lomografia. Non dico nulla di nuovo se mi metto a parlare dei colori vividi o del contrasto estremo che otteniamo molte volte quando crossiamo una pellicola positiva… è risaputo. Scattare e crossare pellicole come Kodak Elitechrome, Fuji Provia o Agfa CT Precisa dovrebbe essere una materia obbligatoria per tutti coloro che sono interessati alla lomografia… se non fosse per le difficoltà che si incontrano quando si scannerizzano i negativi.

Tra tutte le pellicole positive sul mercato, forse quella che dà risultati più personali e molte volte spettacolari è la Fuji Sensia 100. In generale basta vedere l’anteprima miniaturizzata di un immagine per riconoscere subito che è stata scattata con una Fuji Sensia 100. Le spettacolari tonalità fuxia della Sensia sono inconfondibili, a volte sembra che l’immagine stia per prendere fuoco, e devo dire che questo è l’unico rullino da crossare da cui mi faccio tentare, tenendo in conto il rischio di sovraesposizione e le difficoltà della scannerizzazione.

Ho scoperto da non molto una pellicola positiva le cui caratteristiche e pregi sono simili a quelli della Fuji Sensia 100: sto parlando della Voigtländer Vchrome 100, una pellicola con sensibilità relativamente bassa (100 ISO) che regala una forte dominante fuxia, a volte tendente al viola, quando viene crossata. A mio giudizio la Voigtländer Vchrome 100 è la pellicola perfetta per tutti quelli che adorano i colori della Senisa ma li giudicano a volte eccessivi. La Voigtländer Vchrome 100 tinge di fuxia e rosa tutte le nostre fotografie, ma senza i contrasti brutali della Sensia, mantenendone però la grana finissima. E’ chiaro che non ha solo vantaggi, nei giorni di sole tende a dare immagini sovraesposte, anche un po’ più della pellicola giapponese, e per questo ne raccomanderei l’uso (raccomandazione che estendo a tutte le diapositive, in realtà) in giornate mediamente nuvolose, quando abbiamo una grande luminosità ma il sole non brilla con piena intensità. Inoltre è una pellicola economia, giacché un pacchetto da tre rullini costa 12 euro, ovvero quattro euro per un rullino di 36 foto, un lusso accessibile.

written by soleado on 2011-12-21 #gear #review #sensia #cross #voigtlander #x-process #diapositiva #vchrome
translated by shatzy

One Comment

  1. soleado
    soleado ·

    Thanks ;-)

More Interesting Articles