Tutto quello che devi sapere riguardo gli esposimetri

1

Le foto che scattiamo sono il risultato delle impostazioni della fotocamera e della pressione del pulsante di scatto. Ecco alcuni suggerimenti sull’utilizzo di un esposimetro per aiutarti a scattare foto migliori.

Esposimetro Leningrado

Queste impostazioni sono la velocità dell’otturatore e l’apertura del diaframma date dalla quantità di luce nella composizione. Questa può essere misurata con un esposimetro. Gli esposimetri sono costruiti per ottenere la corretta esposizione, misurando la luce. Inoltre, ci sono due diversi tipi di luce: incidente (quantità di luce che cade sul soggetto) e riflessa (quantità di luce riflessa dal soggetto). Dovete sapere che l’esposimetro interno alla fotocamera misura solo luce riflessa.

Se si utilizza pellicola negativa a colori, bianco e nero o per diapositive, la fotocamera deve essere impostata su una velocità dell’otturatore e un’apertura del diaframma adatte alle condizioni di luce (per la pellicola per diapositive), o su un valore indicativo (negativi a colori e in bianco e nero).

Esposimetro elettronico

Per la pellicola negativa, non è necessario disporre di un esposimetro , l’esposizione può essere misurata attraverso la Regola del 16 (In una giornata soleggiata e con pellicola ISO 100 / impostazione nella macchina fotografica, uno imposta il diaframma a f/16 e la velocità dell’otturatore a 1/100 o 1/125 di secondo) vista la tolleranza della pellicola.

Con le diapositive, per ottenere la giusta esposizione, è meglio usare un esposimetro tascabile, l’esposimetro interno, una fotocamera digitale o il tuo iPhone (c’è un’applicazione per questo). Per misurare con l’esposimetro è necessario conoscere la sensibilità in ISO della vostra pellicola e quali sono le impostazione della fotocamera (apertura, velocità dell’otturatore). Se hai solo un’apertura di diaframma disponibile (diciamo f8) è necessario impostare o per “priorità di diaframma” (alcuni esposimetri hanno questa opzione) o leggere i tempi disponibili per “f8”. Stessa cosa per un solo tempo di posa, ma la maggior parte delle fotocamere hanno la posa bulb, quindi suggerisco di usare questa, altrimenti puoi spingere o tirare la pellicola, a seconda delle tue esigenze.

Impostare la velocità ISO della vostra pellicola, impostare una qualsiasi di queste priorità (apertura o velocità dell’otturatore) e aprire il misuratore. Il risultato è una esposizione corretta per la quantità di luce nella composizione. Ora, lo standard per la sensibilità della pellicola è cambiata un po’. Fino a circa 3 decadi erano in uso 3 standards, DIN, GOST e ASA (o ISO di oggi). Se si utilizza un vecchio esposimetro russo, che usa la sensibilità della pellicola GOST, o qualsiasi altra, c’è una tabella fatta da Wikipedia, che può essere molto utile.

FotometerPro

L’ultimo metodo di misurazione, è quello di utilizzare il vostro iPhone. Ci sono un paio di applicazioni come PocketLightMeter, LightMeter o altri, che funzionano allo stesso modo degli esposimetri tradizionali. Ricordate inoltre, c’è una impostazione del tipo di luce che si sta misurando, incidente o riflessa. Queste applicazioni si utilizzano la fotocamera anteriore e posteriore dell’iPhone e potrebbero non funzionare in condizioni di 2-3 EV (luce molto fioca). Penso che FotometerPro sia la migliore, ha un’interfaccia piacevole e da risultati vicini a quelli di un esposimetro elettronico standard.

Ecco qualche sito utile:
iTunes - Pocket Lightmeter
iTunes - Lightmeter
Kit DA Studio

Le foto per questo articolo sono state prese da Gossen Photo, Invisible Photographer Asia, Sekonic, Kit DA Studio and Fotodex.

written by pvalyk on 2011-12-20 #gear #tutorials #camera #tutorial #tipster #pellicola #fotografia #esposizione #luce #esposimetro #regola-del-16 #misurazione
translated by valpera

Kickstarter

Bringing an iconic aesthetic to square format instant photography, the Diana Instant Square fills frames with strong, saturated colors and rich, moody vignetting. Built to let your inspiration run wild, our latest innovation features a Multiple Exposure Mode, a Bulb Mode for long exposures, a hot shoe adapter and so much more! It’s even compatible with all of the lenses created for the Diana F+ so that you can shake up your perspective anytime, anywhere. No two shots will ever be the same. Back us on Kickstarter now!

One Comment

  1. giuly_182
    giuly_182 ·

    very useful and interesting! 8)

More Interesting Articles