LomoKino Review: diamo il benvenuto ad un vero LomoMovies

Quando mi è stato detto che stavo per avere l’opportunità di testare un nuovo prodotto Lomography mi sentivo entusiasta. Ho ricevuto un pacchetto meraviglioso che mi ha ricordato i grandi film noir degli anni ’40 e ’50. Il nome mi ha subito rimandato indietro alla mia infanzia ed a tutti quei film di famiglia realizzati con il Super 8. Ho aperto questa scatola meravigliosa e ed eccola qui – una leggera e misteriosa scatoletta nera con lenti molto piccole 25mm.

Photo by disdis

Fin dal primo momento, ho pensato “questa non è solo una macchina fotografica”. Poi ho aperto il manuale d’istruzioni ed ho cominciato a sentirmi nervoso. Una cosa è creare Supersampler o Actionsampler film, ma questa era una macchina da presa. In che modo si poteva lavorare con la LomoKino?

Ho letto: 35 mm – Ok, me lo posso permettere -. Una area di esposizione di 24 mm x 8,5 mm. – OMG, questo dà 144 fotogrammi a rullo – Diverse impostazioni di apertura continua, 1 / 100 tempo di posa …

Cosa potevo catturare? I miei pensieri sono subito volati ai giorni precedenti e ho deciso di iniziare a riprendere la mia vita normale. Il mio piccolo bambino era appena nato e siamo dovuti andare in ospedale per controllare che tutto andasse bene. Prima passeggiata con Leo, prima passeggiata con la LomoKino. ho smesso di filmare dopo 30 passi e ho cambiato punto di vista … ho pensato che fosse così facile filmare senza guardare nel mirino che decisi di cercare di non usarlo più.

Ho fatto diversi filmini di passeggiate con Vasvas e Leo. Ho cambiato il punto di vista dal nostro volto agli edifici, ho cambiato le impostazioni di apertura durante la ripresa e ho provato lo spostamento all’indietro da 60cm (premendo il pulsante close-up) all’infinito. Ed è stato fantastico. L’amavo e ho voluto fare più film.

Ho preso un bel respiro e il giorno dopo ho deciso di riprendere qualche azione andando ad una festa barbecue con gli amici. Alcuni di loro stavano giocando a Basque sport tradizionale e non potevo perdere l’occasione. Poi alcuni film in piscina e alcune riprese ai nostri bambini (i bambini non sono facili da filmare).

Ho continuato a muovermi per tutto il tempo con la lomocamera, ho continuato a cercare nuovi riprese da fare. Non avevo ancora visto i risultati ed ero spaventato al riguardo. Non sapevo se stavo facendo tutto per bene. Non ho mai misurato con un esposimetro e stavo cambiando le impostazioni del diaframma in modo casuale, come faccio di solito con la mia LC-A.

Ma più film giravo, più cresceva in me la necessità di fare qualcosa di diverso. Perché non fare una doppia esposizione, o un puntore verso il sole (ho sempre amato quei film controluce) usando una posizione verticale? Ho dovuto provare.

Il film in verticale sembra grandioso, un opera d’arte, cercando le luci,le ombre e il doppio il filmino è come un sogno. Ho ripreso un segnale e il nome del mio pub preferito a Vitoria e poi riavvolto e filmato la nostra tavola con la tazza di caffè e la nostra conversazione.

The LomoKino dà un sacco di suggerimenti per creare filmini artistici. D’ora in poi, questo sarà il mio registratore preferito di ricordi.

Riportare in voga l’analogico nei film col botto nel 21 ° secolo, il “LomoKino”: http://shop.lomography.com/lomokino è una macchina da presa Lomografica che riprende in maniera spettacolare, creativa su ogni tipo di pellicola da 35 mm. Andate al “microsito”: http://microsites.lomography.com/lomokino guardate un po ’"Movies": http://vimeo.com/channels/lomokino e iniziate da oggi a creare filmati analogici dei vostri viaggi!

written by disdis on 2011-11-07 #gear #review #camera #movie #lomography #lomokino #lomomovies #lomokino-launch
translated by olka

More Interesting Articles