La Sardina: non solo una fotocamera carina

Ho la mia fotocamera La Sardina da un paio di mesi… e nonostante le mie riserve iniziali, credo che inizi a piacermi sempre più.

Ad un primo sguardo, questa fotocamera, la La Sardina, mi ha confuso. E’ innegabilmente carina, tanto che non volevo neanche rimuoverla dal suo packaging, sembra così bella ma una volta fuori dalla sua confezione l’ho trovata così imbarazzante. Anche se sapevo che si trattava di una fotocamera in plastica, mi è sembrata differente dalle altre che posseggo — più gommosa e in qualche modo meno aggraziata nei suoi movimenti. Non avevo capito che si doveva estrarre e ruotare l’obiettivo per essere pronti a scattare e questa azione in particolare è stata estremamente goffa. Io ho semplicemente lasciato il mio fuori alla fine che probabilmente non è la cosa giusta da fare ma oh va bene. Poi avvolgendo la pellicola sul retro sono riuscita ad incastrarmi una nocca sul bordo del rocchetto e a tagliarmi un lembo di pelle (per favore ditemi che è successo anche a qualcun altro, cosa ho sbagliato?).

Il mio iniziale e ancor più grande problema con La Sardina è l’otturatore — onestamente — l’otturatore su questa fotocamera ha un suono patetico, è così lieve che non ero nemmeno sicura che stesse funzionando in un primo momento. Dall’aspetto mi immaginavo un suono fragoroso, forse anche un suono metallico acuto, ma tutto quello che ti rimane è un piccolo click. Non so se vale solo per me, ma una fotocamera piacevole all’orecchio è importante come una fotocamera piacevole per l’occhio. Così dopo avere scattato il mio primo rullino, non mi aspettavo molto data la poca esperienza fotografica…

Tuttavia, io terrò la mia mano ferma sopra e dirò che non si deve giudicare una fotocamera (o un libro) dalla copertina (o dal suono dell’otturatore) dato che sono rimasta incredibilmente soddisfatta e piacevolmente sorpresa dai risultati di questa fotocamera. Mi aspettavo che i risultati fossero simili a quelli della Superheadz Ultra Wide and Slim, ma queste foto hanno una qualità abbastanza diversa. Credo che l’obiettivo sia un pò più ampio e mi piace come i bordi siano confusi rispetto all’area centrale e penso che se il giorno fosse stato un pò più soleggiato (era migliore quando siamo usciti di casa o se avessi usato una pellicola di ISO decisamente superiore) poi il colore sarebbe risultato molto più vivace.

Dopo un paio di mesi di utilizzo di questa fotocamera, mi sento molto simile a come mi sentivo con la mia Diana Mini all’inizio e penso che come la mia Diana Mini, questa fotocamera richiede perseveranza ed esperimenti con pellicole e tecniche fino a quando posso assolutamente dire che mi piace… Tuttavia, io non credo che sia completamente malvagia. Ogni camera è unica e ai miei occhi imparare le peculiarità è parte del divertimento Lomography e non vedo l’ora di sperimentare con più così e vedere cosa questa piccola fotocamera riesce a fare!

Tieniti pronto a navigare in alto mare con la nostra nuova collezione La Sardina collection! Queste fotocamere 35mm sono dotate di uno spettacolare obiettivo grandangolare, possibilità di esposizioni multiple, ed una funzione riavvolgimento—tutto ciò di cui hai bisogno per scappatelle piene di divertimento e imbevute di brivido. Scegli ora la tua fotocamera La Sardina now!

written by easilydistracted on 2011-10-25 #gear #35mm #review #love #lomography #user-review #requested #la-sardina #easilydistracted
translated by cryboy

More Interesting Articles