Pompidou: immergersi nell'Arte Moderna mentre si è a Parigi

Il “Centro Pompidou” nel cuore di Parigi, cattura i suoi visitatori in un’immersione all’interno dell’arte moderna. La miscela delle esperienze dell’interno date dalle magnifiche opere esposte e il bellissimo esterno composto dall’edificio del Pompidou e i suoi dintorni ne fanno un posto perfetto da essere scoperto.

Il “Centre Georges Pompidou” (Centro Pompidou in Italiano) è dei musei assolutamente da vedere a Parigi. Il suo nome viene dal Presidente Francese Georges Pompidou (dal 1969 al 1974) che decise la sua creazione. L’edificio è abbastanza moderno ed estremamente colorato e infatti, il suo stile unico è odiato o amato dai parigini.

Posizionato Le Marais (4eme arrondissement), si può arrivarci tramite trasporto pubblico o potete prendere la metro fino a Rambuteau o Hôtel de Ville o ancora Châtelet oppure prendere la RER fino alla fermata Châtelet – Les Halles.

Il museo ha una esposizione permanente (che cambia approssimatamente ogni anno) e una serie di esposizioni temporanee (durante l’anno) focalizzate su uno specifico artista o tema. Negli ultimi tre anni, il Pompidou ha concesso ai suoi visitatori l’opportunità di entrare nel regno di artisti moderni quali Calder, Kandinsky, Lucian Freud, Soulages, e Mondrian (… io ci sono stato, l’ho già fatto, e ho una tazza per dimostrarlo).

Per accedere alle mostre, i visitatori devono passare attraverso quello che sembra essere un tunnel di vetro, da dove saranno deliziati da una splendida vista di Parigi.

Il mio ultimo viaggio al Pompidou è stato per la mostra PARIS-DELHI-BOMBAY, che mi ha guidato in un viaggio attraverso tutta l’India.

Fuori dal Pompidou c’è anche un grande spazio da esplorare e gustare. Proprio di fronte al museo, in Place Georges Pompidou, è possibile essere intrattenuti da artisti di strada. Un campo di una miriade di visitatori curiosi di passaggio si possono facilmente formare intorno a loro.

Nelle vicinanze del Pompidou, sulla Place Stravinsky, c’è “Fontaine des automates”, che presenta sedici movimenti stravaganti e acqua spruzzata dalle sculture di Jean Tinguely e Niki de Saint-Phalle, che rappresentano i temi e le opere del compositore Igor Stravinsky.

Questa piazza è anche il luogo ideale per una pausa, semplicemente per star seduti fuori, accanto alla fontana o in uno dei bei caffè o ristoranti intorno. Qui, guardando verso l’alto, è possibile ammirare un dipinto straordinario su uno degli edifici.

Shhhh… non ditelo a nessuno… ho una freccia in un occhio.

L’areadel Pompidou, visualizzata nel presente articolo è stata catturata con La Sardina, la Diana F +, e la Rocket Sprocket.

La Diana F+ è una nuova interpretazione della fotocamera cult anni ’60. Famosa per le sue immagini sognanti e soft-focus, la Diana F+ ora dotato di caratteristiche extra come panorama e le capacità di foro stenopeico. Disponibile nel nostro Shop Online.

Preparatevi a navigare in alto mare con la nostra nuova collezione di La Sardina! Queste macchine fotografiche da 35mm sono dotate di spettacolari obiettivi grandangolari, capacità di multipla esposizione, e di un tasto di riavvolgimento—tutto quello di cui hai bisogno per fughe piene di divertimento e impregnate di emozioni. Compra la tua fotocamera La Sardina adesso!

La Sprocket Rocket è la prima fotocamera grandangolare interamente dedicata a esporre i fori di trascinamento. E con le manopole di avvolgimento per facili esposizioni multiple, non c’è limite alla vostra creatività analogica con questa meraviglia panoramica. Dai un’occhiata alla Sprocket Rocket nel nostro Shop!

written by redtulip on 2011-10-05 #places #museum #modern-art #location #paris #pompidou #marais #redtulip #art-and-culture
translated by lulomo

Kickstarter

Bringing an iconic aesthetic to square format instant photography, the Diana Instant Square fills frames with strong, saturated colors and rich, moody vignetting. Built to let your inspiration run wild, our latest innovation features a Multiple Exposure Mode, a Bulb Mode for long exposures, a hot shoe adapter and so much more! It’s even compatible with all of the lenses created for the Diana F+ so that you can shake up your perspective anytime, anywhere. No two shots will ever be the same. Back us on Kickstarter now!

More Interesting Articles