hunter (milano49)

Nell'attesa delle foto londinesi (chissà se è venuto fuori qualcosa di buono. Anzi, chissà se è venuto fuori qualcosa...) scavo un po' nei miei archivi e ripesco questa foto milanese che devo aver fatto questo inverno.
Domani, si torna al lavoro. Le ferie sono finite e l'umore, per tanti motivi, non è dei migliori. Le prossime settimane saranno complicate.
Spero solo che tutte le cose vadano piano piano a posto. Anche se onestamente non ci credo molto: quando mi guardo indietro vedo delle tracce che mi ricordano solo che a posto, le cose, non ci tornano quasi mai.
Ma d'altronde possiamo consolarci pensando che ciò che non uccide ci fortifica. Chissà, magari diventeremo tutti più forti. O magari ci arrenderemo senza combattere.
Comunque sia, in qualche modo, domani si torna apparentemente alla solita routine. Sveglia sempre alla solita ora, il solito treno, le solite sette ore e quarantacinque di lavoro, il solito treno del ritorno. Il solito tutto.
Solo Juri è tornato un po' più peggiore di quando è partito.