Petzval_preorder_header_kit

Now Available for Pre-Order - First Come, First Served

Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

Kodachrome FaiDaTe - Sviluppare pellicole Kodak Kodachrome con i Chimici per il Bianco e Nero

Nel 2010 ha cessato l'attività l'ultimo laboratorio fotografico in grado di sviluppare le pellicole Kodak Kodachrome. Da allora per sviluppare questa pellicola siamo dovuti diventare creativi. Questo tipster vi mostra come sviluppare la Kodak Kodachrome oda soli per ottenere bellissimi risultati monocromatici dai toni del blu!

Se siete fortunati avrete ancora nel freezer qualche rullino della famosissima emulsione Kodak Kodachrome . Sfortunatamente non c’è più modo di sviluppare questa meraviglia, dato che l’ultimo laboratorio commerciale in grado di trattare questo genere di materiale speciale ha chiuso nel 2010 (Dwayne’s Photo a Parsons, Kansas [1,2,3]). Ma c’è ancora un modo semplice per sviluppare questa pellicola.

Dato che le pellicole Kodachrome hanno una composizione chimica molto speciale, che le distingue dalle altre (non ci sono sostanze che accoppiano le tinture nell’emulsione perché queste sostanze venivano aggiunte durante il processo di sviluppo) è facile sviluppare le pellicole Kodachrome a casa con i bagni per pellicole in bianco e nero [4,5].

Ecco tutto l’occorrente…

  • amore
  • camera oscura (a tenuta di luce, con acqua per sciacquare)
  • forbici
  • tank per 35mm (es. Jobo Unitank 1520)
  • sviluppo per pellicole in bianco e nero
  • fissaggio per pellicole bianco e nero
  • trepidazione

Preparazione:
Preparate le soluzioni (sviluppo e fissaggio) secondo le istruzioni del produttore. Io ho utilizzato la Kodak Professional high contrast developer (per pellicole ad uso tecnico e scientifico e per fotografie aeree). Come fissaggio ho utilizzato il Tetenal Superfix Plus (fissaggio rapido). Sono quasi sicuro che possiate utilizzare qualsiasi chimico per pellicole in bianco e nero. Preparate la vostra tank e assicuratevi di riuscire a trovare tutto il materiale nell’oscurità più completa.

Sviluppo (da eseguirsi al buio):
Aprite il rullino (possono tornarvi utili una forbice e un cacciavite) o agganciate la pellicola ed estraetela, poi inseritela nella tank. Riempite con la soluzione di sviluppo e sviluppate per 4 minuti agitando ininterrottamente per 2 minuti, poi capovolgete la tank una volta ogni minuto. Svuotate dello sviluppo e sciacquate con acqua fredda, poi riempite con il fissaggio (10 minuti) e agitate di tanto in tanto la tank e sciacquatela accuratamente. Rimuovete la pellicola dalla tank e risciacquatela accuratamente con acqua fresca per 15 minuti. A volte c’è un rivestimento grigio che copre i negativi che può essere rimosso con le dita; eliminatelo e sciacquate ancora per qualche minuto. Sia lo sviluppo che il fissaggio sono stati utilizzati a temperatura ambiente; l’acqua per il risciacquo aveva una temperatura di circa 17°C.
Dopo aver asciugato i negativi (che si presentano di una tonalità giallognola – marroncina), potete scansionarli o ottenerne le stampe presso il vostro laboratorio preferito.

I risultati sono lomografie dai colori blu come delle cianotipie con un tocco davvero speciale.
Provateci anche voi e divertitevi!
auratus

Riferimenti:
1 http://www.dwaynesphoto.com
2 http://www.petapixel.com/2012/01/13/mini-documentary-about-kodachrome-and-the-last-lab-that-processed-it/
3 http://www.nytimes.com/2010/12/30/us/30film.html?_r=0
4 http://en.wikipedia.org/wiki/Kodachrome
5 http://michaelraso.blogspot.de/2011/01/kodachrome-in-2011-process-as-black-and.html

written by auratus and translated by sidsel

No comments yet, be the first

Read this article in another language

The original version of this article is written in: English. It is also available in: Português.