This is your last chance to pre-order your Petzval Lens and get the special aperture plates included for free! With estimated delivery in August (or even sooner), don’t miss out on securing your picture perfect portrait lens!

Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

Punti più belli dell’Estate: ZOOM, LA NATURA DA VICINO!

Se avete voglia di trascorrere una giornata estiva insolita, se volete vivere un’esperienza emozionante e indimenticabile, Zoom è il luogo che fa per voi! Avventuriamoci insieme in questo mondo....

Zoom è un bioparco che si trova a 20 minuti di auto da Torino, per l’esattezza a Cumiana. Il nome del parco è un gioco di parole tra zoo e zoom (sì sì proprio lo zoom fotografico!). Cosa c’entra lo zoom dite? Il motivo è presto spiegato: a Zoom potrete ammirare la natura da vicino, anzi dovrete avvicinarvi il più possibile per poterla apprezzare al meglio. Il fatto che si tratti più precisamente di un bioparco significa che gli animali ospitati all’interno di esso vivono nel loro habitat naturale, ricreato con fedeltà, mantenendo quelle che sono le loro caratteristiche distintive, senza gabbie e liberi di fare praticamente quello che vogliono. All’interno di Zoom potrete ammirare da vicino gli animali che normalmente riuscite a vedere solo in tv: pinguini, lemuri del Madagascar, giraffe, antilopi, zebre, pellicani, tartarughe di terra, lama, istrici, avvoltoi, aquile, poiane, gibboni, suricati e tanti altri saranno i vostri compagni di gita! Ma c’è di più: potrete assistere a una serie di dimostrazioni da parte dei giovani biologi che si prendono cura degli animali! Più che altro si tratta di assistere alla distribuzione del cibo a orari prefissati e con l’occasione ascoltare delle brevi lezioni in cui il biologo di turno vi parlerà di volta in volta dei pinguini, degli istrici, dei gibboni ecc., di ciò che mangiano, di come si comportano e … tanto altro! Insomma non mancano le curiosità!
Beh direi che adesso è arrivato il momento di entrare a Zoom… benvenuti!

Foto by sizer77

Ad accogliervi, una volta varcato l’ingresso, troverete subito i suricati, appostati nel loro spazio come vedette, sempre vigili e attenti a captare ciò che gli sta succedendo intorno ma anche dediti a momenti di totale relax all’ombra delle rocce!

Continuando lungo il percorso giungerete ad una passerella di legno delimitata da uno steccato che si affaccia sulla zona dei buoi watussi, degli asini somali e dei dromedari. Queste tre specie convivono tranquillamente nello stesso spazio. Una curiosità sui buoi watussi: trattandosi di animali con grosse e pesanti corna, ogni tanto hanno bisogno di smussarle e per farlo le strofinano sullo spigolo della casetta in muratura nella quale si rifugiano quando hanno voglia di stare al chiuso. Se guardate attentamente vedrete infatti che la casetta ha uno spigolo concavo, scavato dalle corna dei buoi!

Dai buoi si procede verso l’oasi, uno spazio con un isolotto immerso in uno specchio d’acqua. In questa zona ammirerete i fenicotteri e i pellicani.

Si continua attraversando uno spazio coperto in cui è allestito il bookshop e un bar con tanto di tavoli alti in stile “animalesco”. E’ uno spazio circolare dotato di grandi vetrate che si affacciano sullo specchio d’acqua dell’oasi e sulle quali è possibile leggere alcune curiosità sulle specie animali e vegetali e la loro vita sulla Terra.

Una volta usciti dalla struttura coperta ci si ritrova davanti ad una casa in perfetto stile coloniale, alla base di questa si trova un ristorante in cui è possibile mangiare oppure, se avete portato un panino da casa, potete trovare poco distante un’area relax con il prato, alcune panchine e delle coperture se al sole preferite l’ombra.

La tappa successiva prevede un passaggio dalle tartarughe di terra centenarie nella loro teca dal clima controllato e, immediatamente dopo, la visita all’isola dei lemuri. I lemuri del Madagascar sono probabilmente il fiore all’occhiello di Zoom, questo perché sono completamente liberi di scorrazzare accanto a voi e passarvi letteralmente tra le gambe. Dovete stare un po’ attenti a non inciamparci su. Più vicino di così eh! Un biologo vi farà assistere al pranzo dei lemuri mentre vi parla di loro, delle diverse tipologie della specie, del carattere di questi animali, di ciò che mangiano e … di come si trovano a Zoom!

Altro pezzo forte di Zoom è sicuramente Bolder Beach, la perfetta ricostruzione della famosa spiaggia abitata dai pinguini! L’originale Bolder Beach si trova nel Sudafrica, è una spiaggia in cui i pinguini sono abituati a stare a contatto con l’essere umano e a fare il bagno insieme a lui, per niente disturbati dalla sua presenza, come fossero quasi animali domestici. Anche qui un biologo darà da mangiare ai pinguini, entrerà nella spiaggia con un secchio pieno di pesce, si siederà in una posizione centrale e inizierà a distribuire il cibo, mentre vi parla delle abitudini di questi animali, vi dice quali sono i loro nomi (sì perché a Zoom ogni esemplare ha un nome proprio!) e come fare per distinguerli! Avrete anche la possibilità di vedere i pinguini nuotare sott’acqua alla ricerca del pesce, separati da questi semplicemente da un vetro proverete quasi la sensazione di essere lì con loro.

Ma Bolder Beach non finisce qui! L’1 Giugno inizia la stagione estiva a Zoom e la spiaggia apre i battenti per chi vuole fare il bagno insieme ai pinguini, beh non proprio nella stessa acqua ma fianco a fianco, separati da un vetro.

Terminata la visita a Bolder Beach è il momento di visitare Serengeti e la Savana, da poco aperta! Sì perché Zoom è sempre in trasformazione, con nuovi habitat e animali. Tra non molto arriverà anche un nuovo ospite al bioparco, il rinoceronte! Nella Savana potrete osservare dall’alto le giraffe, vi troverete letteralmente faccia a faccia con loro, senza barriere! Sono buone, non mordono, non vi preoccupate! Insieme a loro troverete le antilopi che corrono avanti e indietro e le zebre intente a pascolare placidamente!

Nella “Giungla asiatica” incontrerete invece tanti altri animali come le gru, i cerbiatti, i gibboni. Anche qui un biologo vi guiderà alla scoperta del mondo di questi animali.

Zoom ospita anche una coppia di istrici, animali pacifici e, come spiega ancora una volta il nostro amico biologo, quasi ciechi! Essendo animali che abitano prevalentemente il sottosuolo, scavando tunnel nel terreno, non hanno sviluppato il senso della vista, bensì l’olfatto e l’udito. Quando il biologo entra nel loro spazietto di terra per dargli da mangiare, scuote il bicchiere con le granaglie per far rumore, è come se gli stesse dicendo “A tavola, il pranzo è servito”! Avrete anche modo di tenere in mano alcuni aculei e rendervi conto da vicino di quanto siano appuntiti e pericolosi!

E adesso purtroppo un momento un po’ triste. Quando ho visitato Zoom la prima volta, a Marzo del 2013, ho conosciuto Silvestro, la tigre! Silvestro era la mascotte del bioparco, il quale fu creato e studiato appositamente per lui. Purtroppo aveva un’età molto avanzata, addirittura superiore all’età media delle tigri, l’equivalente di un uomo di 90 anni, che per una tigre è tantissimo. Già a Marzo si vedeva, e l’aveva detto anche il biologo, che Silvestro si muoveva con difficoltà a causa della vecchiaia. Tornando a Zoom a Maggio, un cartello all’ingresso del parco dava il triste annuncio della recente scomparsa di Silvestro. Adesso il suo pezzo di terra con la grande vasca dove faceva il bagno è vuoto, sul vetro vicino al quale riposava e da cui si poteva ammirarlo in tutta la sua magnificenza, sono attaccati i disegni dei bambini che si erano affezionati a lui durante gli anni. Almeno possiamo avere la certezza che Silvestro è stato sempre trattato bene, coccolato e amato come fosse una persona.

L’ultimo appuntamento, quello più coinvolgente, è con i rapaci di Petra! All’orario prefissato si prende posto sulle gradinate dell’arena di Petra per assistere alle dimostrazioni di volo dei rapaci. Esperti falconieri vi presenteranno di volta in volta le civette, le aquile, le poiane, il corvo fino ad arrivare all’impressionante avvoltoio con la sua incredibile apertura alare. La cosa più bella di tutta la dimostrazione, che dura circa 25 minuti, è che tutti questi volatili vi passeranno a pochi centimetri dalla testa e vi assicuro che vedersi arrivare un avvoltoio in faccia forse non è così tanto bello! Quindi attenzione a scegliere bene il posto dove sedervi!! Ah un’altra cosa: non portate cibo all’interno dell’arena, il corvo è un gran ladro. Potrebbe atterrare sulle vostre gambe alla ricerca di cibo!

Data la vastità del parco, il gran numero di animali, la ricchezza di appuntamenti con i biologi, è praticamente impossibile non trascorrere a Zoom almeno 6 o 7 ore. Motivo per cui troverete all’interno dell’area diversi punti di ristoro in cui poter mangiare e bere qualcosa, ma anche zone relax attrezzate con panche e tavoli di legno per godere appieno di questa full immersion nella natura, magari ammirando il lago! Inoltre per i bimbi ci sono anche delle zone giochi con scivoli, altalene, dondoli e chi più ne ha più ne metta.

Insomma Zoom è il bioparco per tutti, dai piccini agli adulti. La visita è altamente consigliata, si tratta di un’esperienza unica che rimarrà nel vostro cuore. Noi ci siamo divertiti, adesso tocca a voi!

written by cryboy

2 comments

  1. sizer77

    sizer77

    voglio ritornare dai lemuri! <3

    about 1 year ago · report as spam
  2. cryboy

    cryboy

    @sizer77 siiiiiiiiiiiii! :)

    about 1 year ago · report as spam

Where is this?

Nearby popular photos – see more