Black_friday_en
Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

In Caicco in Turchia

L'estate è finta da pochissimo e dove vivo io sembra che non sia ancora finita del tutto, invece tra un mese è Natale! Mi fermo quindi a pensare a pochi mesi fa, e i ricordi dell'estate appena finita, affiorano uno dopo l'altro. Vorrei raccontarli tutti qui, ma per ora mi limiterò a parlare della mia vacanza in caicco, che ha reso quest'estate davvero speciale!

Foto di malugialla

Non ero mai stata in barca. In nave e in traghetto sì, ma mai su una barca dalle modeste dimensioni. Durante l’estate appena passata il mio ragazzo ed io non sapevamo dove andare in vacanza, non c’era una meta che ci attirasse particolarmente, così abbiamo cercato su internet e siamo venuti a conoscenza della possibilità di fare una vacanza di una settimana in caicco. Per chi non lo sapesse si tratta di una barca per 10-12 persone, solitamente in legno, che da qualche anno viene utilizzata a scopo turistico. Si trattava di vivere una settimana in mezzo al mare e vi assicuro che per chi è stato venti o trenta anni in montagna, è davvero una novità! L’idea ci sembrava interessante così abbiamo deciso di partire.
Ora, oltre al fatto che stare su una barca per una settimana senza mettere piede a terra è stata un’esperienza incredibile, farlo nel mare turchese della turchia ha reso quest’esperienza davvero sensazionale.
In quell’occasione avevo portato con me tre macchine fotografiche, la Sprocket Rocket, La Sardina Mobius e la Exakta Varex.

In quei giorni mi sono resa conto di molte cose. Innanzitutto il rumore dell’oceano, insieme al continuo ondeggiare della barca diventa un ritmo, una flebile colonna sonora che ti accompagna quasi inconsciamente mentre sei in movimento. In più ho capito e sentito il vero significato della frase “siamo tutti sulla stessa barca”, che non sono solo parole, essere tutti sulla stessa barca ti unisce in un certo modo alle altre persone che sono lì con te, la sensazione che il tuo destino è legato al loro e il loro al tuo è una sensazione fortissima. Io l’ho provato dopo pochi giorni, pensate quelli che stanno su una barca per mesi!! Oltre a questo ho potuto constatare che la vita su una barca di quelle dimensioni è ridotta al minimo essenziale, ci ho messo un paio di giorni ad abituarmici! Però basta poco per rendersi conto di quante cavolate consideriamo fondamentali nella vita moderna che invece sono del tutto superflue. Per carità sono stati pochi giorni, ma sono bastati per farmi provare anche se marginalmente la vita da lupo di mare. Spero che le mie foto facciano vivere questa sensazione anche a voi.

Come ho detto prima, già l’esperienza della barca per sè è una cosa incredibile, ma il mare della turchia aggiunge un qualcosa di davvero sensazionale. L’acqua è di un colore stupendo, a tratti blu intenso a tratti verde, mi ricordava l’acqua dolce dei laghi di montagna, con un’unica differenza, quella era caldissima. Fare il bagno in quel mare era sempre una goduria, ti rinfrescavi dal sole che ti scaldava sul ponte, senza però avere mai freddo. La terra invece era formata da roccia bianca, che cadeva in mare verticalmente, piena di vegetazione. Il panorama era simile per ogni isoletta che vedevamo, ma ogni volta un pochino diverso. Si trattava sempre di colline verdi delicatamente immerse nell’acqua e rocce bianchissime che riflettevano la luce. Le parole non bastano a descrivere quello splendore, ve lo mostro.
(le prime due foto sono della nostra barca, la Roxelane e dell’equipaggio)

L’unica cosa che posso aggiungere è che è stata una vacanza stupenda, che ha reso la mia estate più speciale del solito!
Se non l’avete mai fatto è un’esperienza assolutamente da provare. Soprattutto in coppia, si è rivelata essere una vacanza estremamente romantica.

written by malugialla

No comments yet, be the first

Where is this?

Nearby popular photos – see more

Nearby LomoLocations