Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

Pe puèi baxâ ancún Zena (1/2)

Quest'articolo è un omaggio a Fabrizio de Andrè ed al suo capolavoro in dialetto Genovese, Creuza De Ma. Con la mia Horizon Perfekt e una pellicola in bianco e nero, in una calda giornata di fine agosto, ho scattato un rullino nella zona del porto antico. In un prossimo articolo vi parlerò invece dei vicoli della città vecchia. State a vedere!

Il titolo dell’articolo, tratto da un testo del capolavoro del cantautore genovese, può essere tradotto in lingua italiana con “Per poter baciare ancora Genova”. Questa città mi ha sempre affascinato, così come è sempre stata fonte di ispirazione di grandi cantautori (penso a Paolo Conte ed alla sua Genova per Noi, o anche a Chi Guarda Genova di Ivano Fossati). In una calda giornata di fine Agosto ho scattato alcune foto panoramiche, cominciando dal porto antico, scegliendo il bianco e nero per dare un tono di “senza tempo” alle immagini:

Non perdetevi la visita all’acquarium, uno dei più belli d’Europa, insieme al famoso Museo Oceanografico del Principato di Monaco!

Foto di sirio174

Eccovi qui una immagine del porto antico, ristrutturato alcuni anni fa in occasione del cinquecentenario della scoperta delle Americhe da parte del celebre marinaio genovese Cristoforo Colombo:

Foto di sirio174

Questa foto mi ricorda che nell’antica Genova le prostitute, che soggiornavano in un apposito quartiere, e che avevano diritto alla passeggiata domenicale, finanziavano coi proventi delle case di tolleranza il Comune, che utilizzava questo denaro per i lavori di manutenzione del porto. Il tutto magistralmente cantato da Fabrizio de Andrè:

e u direttú du portu c’u ghe vedde l’ou
‘nte quelle scciappe a reposu da a lou
pe nu fâ vedde ch’u l’è cuntentu
ch’u meu-neuvu u gh’à u finansiamentu

e il direttore del porto che ci vede l’oro
in quelle chiappe a riposo dal lavoro
per non fare vedere che è contento
che il molo nuovo ha il finanziamento

Sul lato destro potete ammirare uno splendido galeone: si tratta di una nave perfettamente in grado di navigare costruita in Tunisia nel 1986 per il film “Pirati” di Roman Polansky, ora ancorata nel porto.

Nel prossimo articolo mi addentrerò nel centro storico dell’affascinante capoluogo genovese:

A presto!

Nota: I frammenti dei testi dell’album “Creuza de Ma” sono tratti da questo sito

written by sirio174

No comments yet, be the first

Where is this?

Nearby popular photos – see more

Nearby LomoLocations

  • Portofino

    Do you want to discover a symbol of the Dolce Vita? Go to Portofino, on Tigullio's gulf, 36 …

  • Genova

    Genova is a beautiful city but don't try to visit it with six friends with different desires…