This is your last chance to pre-order your Petzval Lens and get the special aperture plates included for free! With estimated delivery in August (or even sooner), don’t miss out on securing your picture perfect portrait lens!

Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

Italia Lomografica. Mola di Bari: La Conca d'Oro

Mola di Bari è un comune italiano di circa 30.000 abitanti della provincia di Bari in Puglia. Rifondata da Carlo I d'Angiò nel 1277 su un insediamento più antico, sorge lungo la costa del mare Adriatico 20 km a sud-est del capoluogo. Il suo porto peschereccio è tra i più importanti della Puglia!!!

Tutte le strade, a Mola di Bari, portano a mare: vicoli, stradicciole, strettoie, nel cuore di un borgo medievale ricco di vita e di gente. Qui si incontra la Chiesa Matrice, consacrata a San Nicola. Costruita nel 1200, in stile romanico-pugliese ha saputo adattarsi, nel corso dei secoli, ai gusti e alle architetture rinascimentali, prese in prestito dalla Dalmazia, la terra slava con cui i pescatori di Mola, per tutto il medioevo hanno avuto contatti e commerci.

Il Castello Angioino è un bunker a pianta stellare, costruito a guardia e difesa del porto e del lato a mare della città. Nel fossato c’è ancora l’acqua che un tempo lo circondava, completamente, rendendolo inespugnabile con le possenti mura, le scarpate, i baluardi a punta di lancia e i rinforzi, per resistere meglio ai colpi dell’artiglieria. Venne fatto costruire da Carlo I d’Angiò, attorno al 1277, ma le difese che vediamo ancor oggi sono opera dell’imperatore Carlo V, che lo trasformò completamente rendendolo uno tra i più significativi esempi di architettura militare del meridione.

Sulla piazza principale si affaccia il Palazzo Roberti, noto anche come palazzo Alberotanza, settecentesco e nobile, detto anche “Palazzo delle cento stanze”.Qui troneggia la Fontana, un po’ il simbolo di Mola di Bari, punto di incontro e passeggio per la gente.Da visitare è anche il Teatro Van Westerhout, segno della sensibilità culturale e teatrale dei molesi. È un gioiello di acustica e arte: venne realizzato nel 1888 in stile neoclassico, con tanto di palcoscenico, platea, spalti e foyer, come un vero e proprio teatro salottino, e da allora ad oggi ospita concerti e spettacoli.

Festa patronale Maria SS. Addolorata

Seconda domenica di Settembre È la “festa grande”, dedicata alla patrona che si venera nella chiesa della Maddalena. Quattro giorni di festeggiamenti e manifestazioni. Piazza XX Settembre è artisticamente illuminata. Il venerdì ed il sabato si svolgono spettacoli di musica leggera. La domenica ed il lunedì si esibiscono i più rinomati complessi bandistici. Spettacolari fuochi pirotecnici vengono accesi sul porto. Una grandiosa mongolfiera viene lanciata la domenica sera. Il momento-clou resta l’affascinante processione di gala, con la cerimonia della consegna delle chiavi della città alla Madonna da parte del sindaco. L’evento si svolge da quasi trecento anni ogni seconda domenica di settembre, al mattino. La festa della madonna attira tanti turisti e forestieri ed è occasioni d’incontro con i molesi residenti all’estero, in particolare in America.

Sagra del polpo

Ultimi sabato e domenica di Luglio Oramai la “Sagra del polpo” è famosa ovunque. È inserita fra le sagre più importanti d’Italia. Il polpo, simbolo incontrastato della bontà del prodotto ittico molese e di questo evento estivo, arrostito sulla brace o cucinato secondo le ricette della tradizione marinaresca, riempie di sapori e di odori l’area del porto e del lungomare, addobbato a festa. Nelle due serate si svolgono spettacoli musicali con cantanti di fama nazionale e internazionale che attirano tantissimi turisti provenienti dai paesi limitrofi.

Nelle campagne si può gustare la piacevolezza di masserie e agriturismi, per conciliare la piacevolezza della buona cucina e il conforto di ambienti ricchi di armonia. La campagna sa donare tutti i suoi sapori e i suoi frutti, primo fra tutti l’olio Cima di Mola, a Denominazione di Origine Protetta e tra i più apprezzati oli della Terra di Bari. Inoltre a Mola ha sede anche un centro del CNR, specializzato in produzioni orticole innovative ed ecocompatibili, come le coltivazioni senza terra, idroponiche, con le piante immerse in soluzioni acquose nutritive.
Mola di Bari sa e può offrire tutto questo, per chi viene a visitarla in estate, per la Sagra del Polpo, o per chi la vuole conoscere e scoprire tutto l’anno, certi di trovare ospitalità, amore e buona cucina.

Foto di bonzone

Ed eccovi una piccola chicca:

E voi? Conoscete già Mola?
Forza venite a scoprirla! :D

written by bonzone

2 comments

  1. sirio174

    sirio174

    belle le foto con gli sprockets!

    about 2 years ago · report as spam
  2. bonzone

    bonzone

    @sirio174 Grazie! Le foto con gli sprocket sono state scattate con Spinner, Diana F+ ed alcune con una fotocamera PinHole autocostruita!

    about 2 years ago · report as spam

Where is this?

Nearby popular photos – see more

Nearby LomoLocations