This is your last chance to pre-order your Petzval Lens and get the special aperture plates included for free! With estimated delivery in August (or even sooner), don’t miss out on securing your picture perfect portrait lens!

Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

Il Sud della Tunisia

Una mattinata trascorsa nel sud della Tunisia, tra Djerba, Medenine e Tataouine. Dove puoi trovare veri e propri gioielli architettonici, dai granai alla Moschea dei Sette Dormienti con le sue tombe dei giganti. Tutto documentato con la mia fedele Lomo LC-A!

Il viaggio in taxi comincia da Djerba, e attraversando la laguna si entra nel deserto presahariano. Partendo di buon mattino, verso le 8, il clima è ancora fresco nonostante siamo a inizio Agosto. Non vi consiglio questa traversata nei caldissimi pomeriggi estivi! La prima tappa è un granaio nei pressi di Tataouine (i granai, o ksar, si trovano sia in Tunisia che in Libia, alcuni nell’antichità giungevano all’altezza di più di 5 piani!). Un ottimo posto di approvvigionamento, per le carovane che dovevano attraversare il deserto. Nella prima foto, potete vedere il grande cortile del granaio.

Foto di sirio174

Splendide e armoniose le linee dei ripostigli del grano, tutt’altra cosa rispetto agli anonimi capannoni industriali contemporanei!

Foto di sirio174

Spostandoci di qualche chilometro, troviamo una interessante costruzione troglodita; questa vecchia casa, in ottimo stato di conservazione, costituisce un valido riparo dal caldo in mezzo a una zona predesertica.

Foto di sirio174

Lasciando la pianura, e spostandoci di qualche decina di chilometri, ci avviciniamo al villaggio berbero di Chenini, celebre per la sua Moschea dei Sette Dormienti, situata sulla cima di una collina.

Foto di sirio174

Due parole su questa tradizione originaria di Efeso in Turchia, dove la leggenda dei Sette Dormienti è comune sia a cristiani che musulmani. E’ narrata magistralmente nella Sura della Grotta del Corano. La storia narra di un gruppo di credenti, perseguitati da un tiranno per motivi religiosi, che trovarono rifugio in una caverna, dove un sonno li colse sino alla morte del despota. Il loro cane era di guardia sulla soglia. Al loro risveglio, decisero di costruire un luogo di culto in prossimità della grotta che li aveva ospitati.

Foto di sirio174

A fianco della moschea troviamo il cimitero berbero, con le cosiddette “tombe dei giganti”, così chiamate per la loro dimensione. In verità si tratta di tombe di famiglia, e come potete vedere dalla foto sovrastante, sono completamente anonime, come in tutti i cimiteri berberi del Maghreb.

Chiudo questa serie con un’ultima foto di un granaio particolare, noto come Ksar Hedada: in questo posto è stato girato il celebre film “Guerre Stellari” (Star Wars)!

Foto di sirio174

Verso mezzogiorno comincia a far caldo, troppo! Ed allora, è giunto il momento di tornare al mare; a Djerba il clima è sempre ventilato e mite anche nella stagione più calda!

written by sirio174

No comments yet, be the first

Where is this?