Petzval_preorder_header_kit

Now Available for Pre-Order - First Come, First Served

Have an account? Login | New to Lomography? Register | Lab | Current Site:

Dietro le quinte con Vincent Moon

Nel backstage della 16° edizione del Milano Film Festival, quest'anno ci siamo ritrovati faccia a faccia con Vincent Moon. Documentarista Francese, regista, grande appasionato di cinema, musica e fotografia. Un'artista a tutto tondo; uno spirito errante che assettato di bellezza ha fatto della sua vita uno stop motion di passioni, opere, filmaking e viaggi. A Milano è venuto a presentare una selezione delle sue opere ma ha trovato il tempo anche di rispondere a qualche nostra domanda...

Come hai iniziato a fare film?
Il mio background è la fotografia, fare film è stata la naturale evoluzione a questo. Mi piacevano la fotografia e la musica, ho solo sommato entrambe, dando un movimento alle immagini.

Qual’è la tua maggiore fonte d’ispirazione?
Viaggiare. Sto viaggiando ininterrottamente da 3 anni. Fare film è un pretesto per viaggiare ed incontrare persone. Non guardo film, ma ne giro quasi tutti i giorni quando sono in viaggio. Per creare non devi pensare troppo.

Che macchina usi per girare?
Per girare film uso una Panasonic digitale. Quando ero un fotografo ho usato anche Lomo originali russe. Da quando ho iniziato a fare film, non ho abbastanza tempo per fare foto.

Per essere un regista è importante fare foto?
Molto importante! Per l’immagine, l’estetica, è davvero importantissimo catturare il mondo che ti circonda. è proprio questo il mio background.

Qual è il tuo prossimo progetto?
Ora vado in Colombia per 2 settimane, poi per 3 mesi in Indonesia per girare un film sulla musica tradizionale del posto. Quando vado in un luogo nuovo non ho alcun contatto. Vado li semplicemente, mi guardo intorno, penso a cosa fare e alla fine giro il film.

Pensi che i Film Festival debbano essere più simili ai Music Festival, come è stato il Milano Film Festival?
Si, lo puoi vedere: concerti, proiezioni all’aperto. È un approccio differente, ma è un bel modo per incontrarsi.

Dal tuo accento francese si direbbe che Vincent Moon non è il tuo vero nome..
No, mi chiamo Mathieu e sono di Parigi. Ho preso questo nome dieci anni fa da un personaggio cattivo di una storia di Jorge Luis Borges.

Pare che la sua infinita ricerca e passione per il suo lavoro, lo portino di continuo a trovare nuove ispirazioni e collaborazioni.
Se siete curiosi di conoscere più da vicino Vincent Moon e approfondire la sua partecipazione al Milano Film Festival, mettetevi comodi e guardate qui i suoi corti.

2011 – Milano Film Festival – Adelia, I Want to Love (A film about Mogwai) – Soundoc from Milano Film Festival on Vimeo.

written by alessiab

No comments yet, be the first

Read this article in another language

This is the original article written in: Italiano. It is also available in: English.