Urban Adventures: Un X-Pro a Ginevra

1

Semplicemente, avevo di Ginevra un'idea sbagliata! Pensavo ad una città compassata, precisina, grigiastra ed un po' noiosa. Invece, è un'esplosione di colori e di immagini... decisamente, mi sbagliavo: guardate un po' qui sotto!

Credits: dott_nero

Le leggende sulla mitica precisione degli svizzeri, e sull’ordine che dovrebbe regnare in questo piccolo Stato nel cuore dell’Europa, mi ha sempre fatto pensare che una gitarella a Ginevra non sarebbe stato nulla di particolarmente divertente.

Però, in giro là intorno con ViO, non potevamo non visitare questa famosissima città… tutt’e due muniti di fotocamera (io con la fedele Pentax Spotmatic 1000), non aspettavamo altro che di scoprire qualche sorpresa colorata!

Credits: dott_nero

In realtà, abbiamo scoperto che le meravigliose architetture classiche, dal XVI sec. della Riforma Luterana fino al XIX sec., si sposano perfettamente con la vita, il turismo, il colore e la molteplicità etnica di questa città… non ho mai scattato un rullino x-pro più colorato e riuscito di questo!

Credits: dott_nero

Tra le foto che amo di più, ci sono i ritagli d’architettura della Cattedrale di Saint Pierre (costruita tra il 1150 ed il 1250) che si allungano verso un cielo che più blu non si può; il Muro dei Riformatori (Monument international de la Réformation), che onora i personaggi principali, gli avvenimenti ed i documenti della Riforma protestante rappresentandoli come statue e bassorilievi; il Monumento al duca di Brunswick Charles d’Este-Guelph, (linguista, musicista e cavaliere, era personaggio curioso: nel 1873 muore e lascia in eredità la sua immensa fortuna a Ginevra in cambio di bei funerali e di un monumento a suo nome).

Credits: dott_nero

Il Muro dei Riformatori si trova nel Parc des Bastions, dove si trova anche uno splendido edificio dell’Università, e dove c’è un magnifico ed enorme spazio verde: è solo uno dei parchi della città, tanto che la vegetazione costituisce circa il 20% del territorio di Ginevra!
Il Parc des Bastions è un luogo di ritrovo per tutte le età: c’è chi si rilassa e si addormenta nel prato, chi legge, chi suona, chi gioca a scacchi… e anche chi scatta fotografie!

Credits: dott_nero

Peraltro, per arrivare dalle stazioni alla città vecchia bisogna attraversare il Lago di Ginevra, che si insinua dentro la città nel punto in cui sfocia il Rodano: e ci si trovano dei meravigliosi cigni che sembrano disporsi da soli apposta per essere fotografati! Forse ci hanno fatto l’abitudine…
Per le strade si incontrano turisti, musicisti, luna-park, bei posti dove mangiare e tanti, tanti, tanti orologi :)

Credits: dott_nero

Volete sapere se vi consiglio una gita a Ginevra? La risposta è sì, andateci, perché riserva tante sorprese e colori esplosivi!

written by dott_nero on 2012-11-05 in #world #locations

One Comment

  1. sirio174
    sirio174 ·

    una splendida città!

More Interesting Articles