Fuga dalla Città: Il Paese Fantasma di Gairo Vecchia

4

Un fuga in Sardegna, nell'ex provincia d'Ogliastra, riserva anche la sorpresa ed il fascino di un piccolo paese fantasma. Abbandonato dai suoi abitanti, riconquistato dal tempo, vive ormai al ritmo di una Natura che si è ripresa i suoi spazi ed i suoi colori. Benvenuti a Gairo Vecchia.

Come sa chi segue i miei post, insegno il pianoforte in Ogliastra, una località tra le più belle della Sardegna e – come sa chi la conosce – del mondo. Altre volte ho parlato di Lanusei e della sua Scuola di Musica; dei panorami mozzafiato tra boschi, montagne e mare. Oggi invece voglio raccontarvi cosa si prova a girare per le stradine di un paesino abbandonato dove, ormai dagli anni ’50, la Natura ha riacquistato il suo dominio.

Credits: dott_nero

Il nome “Gairo”, a quanto pare, deriva dalle parole in greco “ga” e “roa”, ovverosia “terra che scorre”. Ed infatti, fin dal XIX secolo il paesello è stato colpito da numerose alluvioni, minacciato dall’acqua e dal fango provenienti dalle zone più alte, colpito dai progressivi cedimenti del terreno. Abbarbicato sul fianco della montagna, questo paesino ne subiva tutti i capricci idrogeologici.
Dopo l’alluvione più drammatica del 1951, i suoi abitanti l’hanno definitivamente abbandonato per trasferirsi nel nuovo paese più a monte, Gairo Sant’Elena.

Ebbene una mattina, tra una lezione e l’altra, io ed il mio collega abbiamo deciso di fare una bella gita fuori dalla civiltà, con la mia scalpitante La Sardina. E così siamo capitati in questo luogo, dove la civiltà nulla ha potuto fare contro la Natura: il fascino, i colori, l’atmosfera di qualcosa che è stato ed ora non è più, ci hanno resi molto felici della scelta.

Già la strada da fare è assolutamente divertente, tra tornanti e panorami.

Credits: dott_nero

Quando siamo arrivati ero fuori di me dall’eccitazione. Di un posto così, non potevo che realizzare un reportage analogico!
Ancora si leggono i nomi delle strade: strade che, nella maggior parte dei casi, non hanno mai visto passare un’automobile neppure negli anni ’50. Anche perché, per spostarsi dalla parte bassa del paese a quella alta, non potevano che essere realizzate con innumerevoli gradini!

Credits: dott_nero

Peraltro, doveva essere un paese che aveva la sua ricchezza e le sue istituzioni. Si trovano ancora dei bei palazzi, dove l’architettura d’epoca fa uno strano contrasto con la loro triste fine. Inoltre, c’è una grande chiesa che – in buone condizioni – viene tuttora raramente utilizzata per qualche festa campestre.

Credits: dott_nero

La cosa più affascinante, però, è gironzolare per queste stradine e vedere come, nei modi più diversi e con gli esiti più curiosi, la vegetazione ha ripreso possesso di ciò che gli uomini hanno lasciato. Con un lavoro lento, lungo e laborioso, ma evidentemente inesorabile.

Credits: dott_nero

Da ogni rovina, da ogni finestra che il tempo ha scavato, da ogni tetto caduto, si vede il panorama al quale i vecchi abitanti dovevano essere affezionati, ma che hanno dovuto per forza lasciare. Una vista da togliere il fiato!

Credits: dott_nero

E’ un posto da visitare, ragazzi! Se venite in Sardegna, ritagliatevi una mattinata dal tempo dedicato alla spiaggia (che è vicinissima!) per fare un salto a Gairo Vecchia. Vi ritroverete a pensare a quanto è importante lomografare tutto, perché il tempo passa veloce e bisogna conservarne i ricordi e i colori!

written by dott_nero on 2012-07-25 in #world #locations #gairo #abbandonato #requested-post #fuga-dalla-citta #escape-from-the-city #sardegna #paese #sardina #ogliastra #vecchia

4 Comments

  1. sirio174
    sirio174 ·

    una triste realtà. E pensare che la vita era più a misura d'uomo in questi paesi che nelle anonime periferie urbane

  2. dark-ink
    dark-ink ·

    devo ritornarci assolutamente a scattare qualche bella foto... complimenti per i tuoi articoli.. spot interessanti in sardegna ce n'è in quantità. e bello che qualcuno ne parli in questa comunità

  3. giovannidecarlo
    giovannidecarlo ·

    Anche io voglio un paesello fantasma.. invece che paesoni con cemento e smog !

    Bell'articolo, complimenti !

  4. dott_nero
    dott_nero ·

    grazie a tutti, ragazzi.. Mi piace parlare della Sardegna!

More Interesting Articles