Doppie esposizioni e scatti in sequenza per raccontarvi la mia "semplice" vita quotidiana

A volte mi dimentico di voler fare foto belle e mi metto a giocare con la Diana. L’avanzamento libero della pellicola mi sta rovinando, e non bastandomi mai i 12 scatti del 120 cerco di farne il più possibile esponendo più volte la stessa porzione di pellicola. A volte escono fuori cose decenti, altre volte no. Alcune volte, invece, qualcosa di magico.
Amo le doppie esposizioni e gli scatti in sequenza perché si ha la possibilità di raccontare una storia; se una foto è il racconto di un attimo immaginate cosa potete raccontare con più foto fuse tra di loro.

puoi raccontare un incontro od un percorso
Credits: -dakota-

puoi creare qualcosa di strano e a volte poco comprensibile, ma sempre originale!

Credits: -dakota-

I rullini RedScale quando si tratta di doppie esposizioni danno sempre il loro meglio

Credits: -dakota-

Puoi anche scattare con due macchine diverse. Per questi scatti ho utilizzato la POP9 ed HALINA PAULETTE JUNIOR

Credits: -dakota-

Altre volte mi dimentico semplicemente di avanzare la pellicola.
Tutto questo mi diverte e mi piace. Penso più al divertimento che a cercare di fare belle foto. Forse è meglio così.

Credits: -dakota-

written by -dakota- on 2011-03-24